Nurse24.it

Attualità Infermieri

La Cgil al ministro: Serve un incontro su risorse e personale

di Redazione

In sanità si sono persi 40 mila posti di lavoro negli ultimi sei anni. E ora la Cgil alza la voce e chiede al ministro Lorenzin un incontro per affrontare il tema degli organici e alle questioni.

Personale in calo, la Cgil chiama il ministro

Rossana Dettori Cgil

La egretaria confederale della Cgil Rossana Dettori

Torniamo a chiedere un incontro al ministro Lorenzin, sono troppi i nervi scoperti del sistema sanitario e troppi gli elementi fondamentali non ancora chiari riguardanti la programmazione e la gestione futura: dal nodo delle risorse per i Lea al rischio di ulteriori tagli al fondo sanitario nazionale, dall'allarme sulla carenza di personale alle disparità tra le regioni e alle difficoltà a garantire il diritto alla salute e alla cura in tutto il territorio nazionale. Così la segretaria confederale della Cgil, Rossana Dettori, rinnova al governo la richiesta, già avanzata unitariamente, di un incontro. Nel dettaglio la segretaria confederale spiega che il primo punto da affrontare è quello riguardante le risorse. Abbiamo salutato con favore il Decreto sull'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza, lanciando però l'allarme sull'insufficienza delle risorse, che rischia di rendere il provvedimento del tutto velleitario e di minarne l'efficacia. Dai dati della Ragioneria generale dello Stato del conto annuale 2015 - continua Dettori - negli ultimi sei anni l'organico è diminuito di oltre 40mila unità. Non è possibile accorgersi di questa carenza solo in occasione di deplorevoli fatti di cronaca (vedi il caso del Pronto soccorso di Nola, ndr), è necessario un confronto con le parti sociali e un intervento serio che ponga rimedio agli effetti del blocco del turnover e dei tagli.

Commento (0)