Nurse24.it
scrivi una email per avere maggiori informazioni

aggressioni in ospedale

Napoli, paziente positivo al Covid aggredisce infermiere

di Redazione

Un infermiere in forze all'ospedale Pellegrini di Napoli è stato prima insultato e poi preso per il collo da un paziente positivo al Covid al quale, poco prima, aveva chiesto di non consumare la pizza nei locali del Pronto soccorso. Sull'episodio sono in corso le indagini dei carabinieri, che stanno cercando di ricostruire l’accaduto.

Insulti dopo divieto di mangiare pizza nei locali del Pronto soccorso

Un infermiere è stato insultato, poi aggredito e preso per il collo da un paziente positivo al Covid. È accaduto poco dopo la mezzanotte nell'ospedale Pellegrini di Napoli, dove sono intervenuti i carabinieri della pattuglia mobile di zona Centro.

Secondo una prima ricostruzione l'infermiere sarebbe stato aggredito per aver impedito al paziente di mangiare una pizza nei locali del Pronto soccorso. L'infermiere non avrebbe riportato ferite di rilievo anche se dovrà sottoporsi ai test Covid per verificare un eventuale contagio visto il contatto fisico col paziente, che era già risultato positivo.

Ancora insufficienti, in certi casi assenti, le misure di prevenzione nei confronti delle quotidiane aggressioni al personale sanitario nella città di Napoli – commenta l'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate – chiediamo l’intervento incisivo dei sindacati e l’attenzione della prefettura affinché Napoli, come tutta Italia, non sia teatro di queste scene di ordinaria follia. È inconcepibile che un paziente Covid positivo entri nei locali del pronto soccorso facendo come se fosse a casa sua, addirittura consumando una pizza.

Commento (0)