Nurse24.it

infermieri

Pozzuoli, aggressione Ps: l’Asl si costituirà parte civile

di Redazione

Scene da far west al Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Nel pomeriggio di domenica 24 settembre i parenti di un anziano deceduto in ospedale hanno scatenato una maxi-rissa nella quale sono stati malmenati 4 infermieri, un medico e un vigilante. Siamo vittime di continue aggressioni - dicono in coro gli infermieri del Santa Maria delle Grazie - Così è impossibile lavorare.

Maxi-rissa al Ps di Pozzuoli: Malmenati 4 infermieri, un medico e un vigilante

Dopo l'aggressione agli infermieri, al medico e al vigilante, l'Asl Na2 Nord ha deciso di costituirsi parte civile

Botte da orbi per 4 infermieri, un medico e un vigilante del Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

Dopo aver appreso della morte del padre ricoverato nel reparto di Medicina del nosocomio puteolano, un uomo avrebbe dato in escandescenze durante l’esame cardiologico in corso sulla madre, che aveva accusato un malore.

Sono volati calci, pugni, schiaffi e persino morsi; a farne le spese sono stati 4 infermieri, un medico ed un addetto alla vigilanza privata.

Feriti, sono stati ricoverati nel medesimo ospedale e sottoposti ad accertamenti, vista l’entità delle percosse subite.

Gli episodi di aggressione nei confronti di personale sanitario nei Pronto soccorso e non solo sono un'emergenza che non riguarda solo la Campania, ha dichiarato il ministro Beatrice Lorenzin.

Ci sono due problemi: da una parte di recupero di civiltà e di rispetto delle istituzioni, dall'altra di garanzia di sicurezza per lavoratori e pazienti di recupero di fiducia tra medici, operatori sanitari e pazienti

Insediamento urgente di un presidio fisso di polizia all’interno dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, contestualmente alla predisposizione di un piano di sicurezza e di potenziamento della presenza delle forze dell’ordine all’interno delle strutture ospedaliere su tutto il territorio metropolitano. Questo è quanto chiede il Presidente Ipasvi Napoli, Ciro Carbone, che ricorda come episodi come quello avvenuto al Santa Maria Delle Grazie rappresentino un fenomeno in dilagante aumento, che mette a repentaglio la sicurezza fisica degli infermieri, ma anche il normale svolgimento dell’attività di cura e di assistenza degli stessi ammalati.

La Direzione dell’Asl Napoli 2 Nord, dal canto suo, ha espresso la propria vicinanza e solidarietà agli operatori coinvolti e alla guardia giurata ferita. Credo che noi tutti – ha dichiarato il Direttore Generale Antonio d’Amore - dobbiamo essere grati a questi professionisti. L’Asl Napoli 2 Nord sarà al loro fianco costituendosi parte civile nei procedimenti contro chi si è reso protagonista di questa aggressione. Domani mattina sarò in ospedale per portare di persona la mia solidarietà e i miei saluti agli operatori del Pronto Soccorso. Purtroppo neanche il raddoppio della sorveglianza è servito.

Commento (0)