Nurse24.it

Infermieri

Città della Salute di Torino: nessun blocco delle assunzioni

di Redazione

L’assessore regionale alla Sanità di Torino, Antonio Saitta, risponde alle accuse mosse sul tema del blocco delle assunzioni di personale sanitario nella Città della Salute. È totalmente priva di fondamento l’affermazione secondo cui la Giunta regionale avrebbe bloccato o avrebbe intenzione di bloccare le assunzioni di personale, afferma. Al contrario, il Piemonte ha già in programma assunzioni che sfiorano i 1400 posti entro il 2020.

Saitta rassicura gli infermieri: entro 2020 previste 1400 assunzioni

Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità di Torino, rassicura il personale sanitario dopo le accuse emerse nei confronti della Giunta regionale sul tema del blocco delle assunzioni. Afferma, infatti, che l'asserzione secondo cui la Giunta regionale avrebbe bloccato o avrebbe intenzione di bloccare le assunzioni di personale sanitario è totalmente infondata.

Al contrario, ha già autorizzato 266 assunzioni di personale sanitario per la Città della Salute dal 2018. Le assunzioni fanno riferimento a 78 medici, 144 infermieri e 44 Oss. Questo sta a significare - continua l'assessore regionale - che entro il 2020 tutte le aziende sanitarie piemontesi, e quindi anche l’azienda ospedaliera universitaria Città della Salute, assumeranno circa 1400 professionisti, fra infermieri, oss e medici.

Tutto ciò sarà possibile con uno stanziamento di 59 milioni di euro in un biennio, a cui si aggiungono i 14 milioni di euro già investiti per il 2018.

E ancora, sul tema dei pensionamenti dovuti a Quota 100, spiega Saitta che è davvero minima la quota di infermieri e medici che lascerà il proprio posto nel corso dell'anno 2019. I numeri, in particolare, saranno: 13 per gli infermieri e 4 per i medici.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)