Nurse24.it
Scopri il corso su hecm.it

Concorso Infermieri

Toscana, Estar: Entro l'estate una nuova selezione

di Redazione

In arrivo un nuovo concorso per infermieri in Toscana. A fare il punto su quanto sta per accadere in Toscana e, in particolare nella Ausl Toscana Centro, è Paolo Franchi, referente per la sezione territoriale Centro di Estar. L’obiettivo - spiega Franchi - è partire entro aprile con il bando, per fare a giugno-luglio le preselezioni, fra settembre e dicembre le tre prove (scritta, pratica e orale) e infine arrivare ad anno nuovo con la graduatoria pronta e le assunzioni.

Concorso infermieri Toscana, Estar: Entro l'estate una nuova selezione

Toscana, in arrivo un nuovo concorso pubblico per infermieri

Si preannuncia come un maxi-concorso per infermieri quello che arriverà entro l'estate in Toscana. Ipotizziamo che possano partecipare circa 10mila persone - annuncia il referente Estar Paolo Franchi - L’obiettivo è scendere poi a 6mila grazie a una prima scrematura attraverso le preselezioni, e infine a una graduatoria di 3-4mila professionisti.

Considerando che ne vengono assunti circa mille ogni anno, in 3 anni la graduatoria sarà esaurita.

L'ultimo grande concorso per infermieri in Toscana risale al 2016, con 13mila partecipanti effettivi ed una graduatoria con 2100 professionisti, che è stata poi esaurita in circa due anni.

Ora la Ausl Toscana Centro sta assumendo per mobilità - continua Franchi - A breve, fra una decina di giorni circa, sarà pronta anche la graduatoria a tempo determinato con circa 3.800 persone e, da quel momento, si potrà utilizzare anche questo strumento. Ma la novità più attesa è ovviamente il futuro concorso a tempo indeterminato.

Un concorso che per il momento non si è potuto fare perché la normativa sui concorsi prevede che prima si debba esaurire la vecchia graduatoria - spiega il referente Estar intervistato da Opi Firenze-Pistoia - poi fare la procedura di mobilità, che dura un anno, e solo dopo questi due passaggi partire con un nuovo concorso. Sia Careggi che l’azienda ospedaliera senese finiranno entro fine marzo la mobilità e a quel punto potranno partire con il concorso.

Rispetto al 2016, l’idea è quella di prevedere una preselezione che abbia maggior valore tecnico, che sia più orientata alla professione dell’infermiere piuttosto che all’aspetto prettamente logico

E per quanto riguarda le nuove modalità concorsuali inserite nell'ultima Legge di Bilancio (salvo modifiche alla norma nazionale o leggi regionali, ogni concorso dovrà in futuro essere mirato ai posti strettamente necessari e, una volta individuati e assunti i soggetti in questione, la graduatoria sarà annullata), Franchi rassicura: Il prossimo concorso previsto in Toscana per i nuovi infermieri non è interessato da questa modifica. Va detto però che con la regola della mobilità abbiamo comunque perso 6-9 mesi di tempo.

Quello in arrivo in Toscana sarà un bando per pochi posti, ma darà la possibilità di tenere la graduatoria aperta e a disposizione di tutte le aziende della Toscana che vorranno poi fare assunzioni. L’obiettivo - conclude Franchi - è partire entro aprile con il bando, per fare a giugno-luglio le preselezioni, fra settembre e dicembre le tre prove (scritta, pratica e orale) e infine arrivare ad anno nuovo con la graduatoria pronta e le assunzioni.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)