Nurse24.it

libri e riviste

CATHETER: una parola molto usata e molto sbagliata, vediamo perché

di Marco Alaimo

CATETERE-INGLESE

L'utilizzo della parola Catetere in Inglese può sembrare semplice in quanto molto simile all'Italiano, ma non è così

La terza Pillola d'Inglese che oggi vogliamo regalarvi riguarda una parola altamente usata nel mondo sanitario: il Catetere. Non soltanto cateteri vescicali, come ben sappiamo questo presidio può essere uno strumento davvero necessario in diverse problematiche, infatti può riguardare anche la via circolatoria usando i famosi PICC o Midline. Se ci pensiamo bene anche gli aghi cannula che mettiamo giornalmente fanno parte della famiglia dei cateteri. Quindi impariamo a pronunciare bene questa parola, ci potrà essere utile.

CATHETER

Uno dei termini che sento spesso pronunciare dagli italiani in modo scorretto è catheter ('catetere'). In inglese questa parola ha sempre l'accento sulla prima sillaba, mai sulla seconda: quindi 'CATHeter', non 'caTHEter'. L'accento sulla prima sillaba fa sì che la seconda e terza, poiché inaccentate, si pronuncino più velocemente e con vocali meno distinte e più brevi rispetto alla prima.

In General British (GB), catheter ha due varianti in isolamento: ˈkæθɪtə e ˈkæθətə. Come si nota dalla trascrizione IPA (= International Phonetic Alphabet), è la prima sillaba ad essere accentata poiché preceduta dal simbolo dell'accento primario, [ ˈ ]; la seconda è caratterizzata dalla vocale debole ɪ (oppure ə). (Per maggiori informazioni sulle vocali deboli, vedete il mio libro, L'inglese medico-scientifico: pronuncia e comprensione all'ascolto, EdiSES (2014), pp. 57-58.

Per ascoltare i suoni corrispondenti ai simboli ɪ e ə, consultate, per esempio, il seguente sito della BBC: http://www.teachingenglish.org.uk/article/phonemic-chart.

In un eloquio rapido, può capitare che entrambe le vocali deboli nella seconda sillaba di ciascuna variante indicata sopra, rispettivamente ɪ e ə, vengano soppresse. Questa è una caratteristica tipica delle vocali deboli inglesi. Di conseguenza, nella catena parlata, si potrà sentire i madrelingua pronunciare catheter anche ˈkæθtə.

Notate che una pronuncia molto simile è possibile in General American (GA) perfino in isolamento: ˈkæθtər. (In americano standard, a differenza del GB, il suono r è normalmente pronunciato ovunque lo si trovi nell'ortografia.)

Una variante fonetica di catheter più comune in GA è tuttavia ˈkæθət̬ər. Come avrete osservato, il suono t in americano è stato trascritto t̬, cioè con il diacritico a forma di "v" per voiced (= 'sonoro'). Ciò sta a significare che, ogni qual volta che t si trova tra due suoni di cui il primo è una vocale (spesso sotto accento) e il secondo è una vocale debole (= ə, i, u, ɪ, oʊ) o una consonante sillabica, esso viene normalmente pronunciato sonoro.

Questo t sonoro assomiglia così tanto a d che per molti americani e canadesi, nel contesto appena descritto, t̬ e d risultano indistinguibili. (Per maggiori informazioni consultate il mio libro, pp. 20-21.)Catheter3

Ascoltate due delle pronunce per catheter descritte sopra (rispettivamente GB ˈkæθətə e GA ˈkæθət̬ər) fornite gratuitamente dal sito recentemente rinnovato dell'Oxford Advanced Learner's Dictionary (2015): http://www.oxfordlearnersdictionaries.com/definition/english/catheter?q=catheter.  Sapreste riconoscere queste varianti qualora un madrelingua le utilizzasse?

Grazie ci vediamo per la prossima pillola d’Inglese by  Alex Rotatori http://alex-ateachersthoughts.blogspot.it/

 

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)