Nurse24.it
Iscriviti al webinar su Salute.LIVE

curiosità e relax

Linguine al pesto di cime di rapa

di Giuseppe La Torre

Pesto di cime di rapa5

Il desiderio di gustare il fresco del pesto estivo con un ingrediente che richiama la mia voglia di Puglia!

Il pesto è sempre un piacevole richiamo di gusti estivi e di sensazionali profumi. Avevo un sensazionale desiderio di richiamo continuo a questo profumo estivo ma l’unico ingrediente a disposizione come oro verde erano le cime di rapa! Un tentativo di ricerca del gusto andato a buon fine dopo 5 settimane di piccole sperimentazioni grazie ad un altro ingrediente speciale: l’oro rosso dei pomodori secchi!

Ingredienti


Per il pesto: 500 grammi di cime di rapa, circa 1 terzo di uno spicchio d’aglio, 20 gr di pinoli, 20 gr di mandorle pelate, 4 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano grattugiato, un cucchiano di sale fino, 4 – 6 pomodori secchi (dipende dalla grandezza), aceto di vino bianco, olio evo secondo la quantità assorbita.

Per il piatto: linguine secondo quantità desiderata, vino liquoroso dolce tipo passito, 1 pomodoro secco per piatto.

Pesto di cime di rapa

Preparazione


Occorre lavare bene le cime di rapa, recuperare le cimette interne ed eliminare il gambo dalle foglie. Lavate per bene sotto acqua corrente i pomodori secchi per eliminare eventuali residui e poi metteteli in ammollo per una ventina di minuti in un bicchiere con una soluzione e di acqua e aceto al 50%.

Pesto di cime di rapa1


Strizzate i pomodori secchi e metteteli in un mixer con le mandorle e i pinoli e lavorate il tutto ad intermittenza per evitare di far scaldare troppo gli ingredienti.

Iniziate ad introdurre nel mixer un po’ per volta l’olio evo e le cime di rapa e azionate il mixer sempre ad intermittenza. Poco per volta aggiungete anche il parmigiano reggiano grattugiato.Pesto di cime di rapa3

Pesto di cime di rapa4Continuate con l’operazione per diversi minuti avendo cura di aggiungere l’olio a filo fino a dare al pesto una giusta consistenza cremosa. Regolate solamente alla fine l’aggiunta di sale secondo il vostro gusto. Terminata la preparazione potete procedere alla sua conservazione in frigo ricoprendone la superficie interamente con olio evo. Ho utilizzato il presto sia per la preparazione di crostoni di pane grigliati che per l’aggiunta di alcune ricette a base di pesce nel fondo di cottura.

Prima di procedere alla preparazione dell’acqua di cottura per le linguine, immergete in un bicchiere con del vino liquoroso i pomodori secchi sempre una ventina di minuti. In alternativa potete sempre metterli ammollo con acqua e aceto (ma in minore quantità!). Mettete in una padella larga due cucchiai abbondanti di pesto per ogni persona e utilizzate l’acqua di cottura inamidata per sciogliere il pesto. Scolate le linguine al dente e legatele in padella al pesto aggiungendoci acqua di cottura per terminare la cottura in padella. Fate evaporare l’acqua e spolverate un po’ di parmigiano reggiano grattugiato. Procedete alla preparazione del piatto con una spolverata di parmigiano e con una dadolata minuta dei pomodori ammollati e buon appetito!

Pesto di cime di rapa5

NurseReporter
iscriviti al webinar gratuito >

Commento (0)