Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Elezioni al Collegio di Roma: il futuro è adesso, votare per non perdere il Collegio!

di Emanuele Lisanti

Il Consiglio Direttivo uscente sta cambiando la sanità e il ruolo degli infermieri nel sistema salute. Se pensiamo alla situazione di 20 anni fa sembra che sia passato molto più tempo. Dalla regolamentazione sulle mansioni alla gestione dei servizi sanitari, dalla corsia alle aule universitarie, da professione ausiliaria a professione autonoma, dai gruppi di studio al Centro per la Ricerca e la Cultura Infermieristica (CECRI): il progresso si è visto e non è rimasto su una locandina elettorale.

Qualcuno potrebbe pensare che squadra che vince non si cambia, invece non è così: alla squadra che vince bisogna aggiungere persone capaci che possano apportare idee nuove e contatti nuovi per cercare democraticamente l’interesse comune della professione.

La lista è composta da infermeri che hanno cambiato la professione. Il punto di forza di questo gruppo è la grande intelligenza di sapersi adattare a contesti differenti: nei reparti, con la divisa, accanto al paziente, accanto ai colleghi che veramente vivono la professione e nei palazzi che contano per rappresentare la categoria e cercare soluzioni alle esigenze professionali.

L’infermiere deve proseguire il cammino intrapreso e arrivare ad essere protagonista dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali con autonomia organizzativa e gestionale dell’assistenza alla persona in tutte le aziende sanitarie e ospedaliere di Roma e del Lazio. Devono essere istituiti i Dipartimenti delle professioni sanitarie e bisogna investire sulle Unità di degenza infermieristica, si deve cercare lo sviluppo dell’assistenza territoriale, delle Case della salute, degli Ambulatori infermieristici, si deve implementare concretamente la figura dell’infermiere di famiglia e di comunità. Ci deve essere assolutamente lo sviluppo della Libera professione.

Il contesto non è semplice, il Servizio Sanitario è in grave difficoltà fra tagli di risorse e blocco del turn over con conseguenti condizioni di lavoro proibitive. La professione infermieristica non sfugge alla crisi generale e vive le problematiche attuali del mondo del lavoro. E’ necessario ridefinire logica e cultura del lavoro per contrastare il precariato e sostenere il decoro della professione.

Gli impegni prevedono la difesa della dignità professionale, il pressing deciso per l’adeguamento degli organici, lo sblocco del turn over e della mobilità, la progressione di carriera legata alla pratica clinica, a quella gestionale e alle competenze specialistiche, il potenziamento del corpo professionale accademico, la stabilizzazione della dirigenza infermieristica ai vari livelli dell’organizzazione e la diversificazione delle varie posizioni organizzative di infermieri bed manager, gli specialisti clinici, il case manager. Lo sviluppo di modelli organizzativi infermieristici per la continuità assistenziale ospedale-territorio, il sostegno alle nuove forme di esercizio libero-professionale.

Il Collegio di Roma continuerà nell’efficiente gestione dei servizi offerti agli iscritti cercando di massimizzare le entrate apportate dai propri iscritti con servizi sempre più disegnati sulle reali esigenze espresse. Gli impegni sulla gestione del Collegio prevedono corsi Ecm gratuiti presso la sede del Collegio e itineranti nei contesti lavorativi, corsi Fad, iscrizione e certificati on line, casella di posta elettronica certificata (Pec), tesserino professionale magnetico, consulenza legale, amministrativa e contabile, accesso alle principali banche dati mondiali di letteratura infermieristica, rivista di aggiornamento professionale “Infermiere Oggi”, accesso al portale della Federazione Ipasvi, ai siti web e alle news letter del Collegio di Roma e del Centro di eccellenza.

 

Gli impegni sono tanti e tutti ponderati sulla reale fattibilità. Questo è un gruppo che ha sempre affrontato le sfide ed è sempre riuscito a superarle con impegno, passione e determinazione. Manca il tuo voto, la tua partecipazione alla vita del Collegio, la partecipazione alla crescita tua professione.

 

IL COLLEGIO RIGURDA TE, IL TUO LAVORO, IL FUTURO DELLA TUA PROFESSIONE: NON PERMETTERE CHE GLI INFERMIERI PERDANO IL COLLEGIO E ALTRE PROFESSIONI GESTISCANO UNA COSA CHE CI APPARTIENE DIROTTANDO RISORSE SUI LORO INTERESSI. TI ASPETTIAMO AL COLLEGIO PER ESPRIMERE I TUOI INTERESSI!!!

Commento (0)