Nurse24.it

terapia intensiva neonatale

Canguro terapia nei neonati sottopeso e prematuri

di Nicola Mangapia

La Canguro terapia (in inglese Kangaroo Mother Care) è una metodologia clinico-assistenziale introdotta per la prima volta e più di 25 anni fa a Bogotà, in Colombia, come una componente fondamentale e alternativa di un approccio all’assistenza neonatale all’interno delle TIN.

Kangaroo Mother Care in TIN: efficace e vantaggiosa

La canguro terapia nei neonati sottopeso

La Canguro terapia è la pratica “skin to skin contanct” (contatto pelle - a - pelle) tra il bambino e il genitore. Nei paesi in via di sviluppo, la Canguro terapia per i neonati a basso peso alla nascita ha dimostrato di ridurre la mortalità, le gravi malattie, l'infezione e la durata della degenza ospedaliera.

L’attività cardiorespiratoria e la stabilità della temperatura, il ritmo sonno-veglia, la durata del sonno tranquillo, i risultati dello sviluppo neurologico, l'allattamento al seno e la modulazione delle risposte al dolore sembrano essere migliorate per i neonati prematuri che hanno effettuato la Canguro terapia durante la loro permanenza in ospedale.

Le madri, attraverso tale pratica, mostrano migliorati i comportamenti di attaccamento e descrivono un maggiore senso del loro ruolo di madre. Tale trattamento dovrebbe essere incoraggiato all’interno delle TIN attraverso l’uso di linee guida protocolli e procedure aziendali.

L'organizzazione Mondiale della Sanità ha dato il pieno supporto e sostegno al Metodo Canguro terapia come rimedio efficace e facile da applicare. Kangaroo Fondazione è stata creata nel 1994 da un gruppo di professionisti della neonatologia. Il loro obiettivo era diffondere la Kangaroo Mother Care, promuovendo l'allattamento al seno.

Secondo alcuni studi su 18 mila bambini nati in un anno solo un terzo sopravvive dopo il primo anno di vita. Il Metodo Canguro è diventato uno dei migliori strumenti per migliorare l'alimentazione dei neonati sottopeso e favorendo la regolarizzazione della temperatura corporea.

In conclusione, la Canguro terapia ha effetti positivi, sia per i bambini e le madri, che persistono dopo la dimissione dalla terapia intensiva neonatale, consente ad entrambi i genitori di prendersi cura del loro bambino fragile e di promuovere la salute della famiglia durante un periodo di grande stress. Migliora l'allattamento al seno e può contribuire a migliorare il risultato dello sviluppo neurologico. I centri per la cura dei neonati prematuri, come le TIN dovrebbero essere incoraggiati e sostenuti in attuazione di questa pratica. 

Il nostro compito sarà quello di promuovere questo processo attraverso la creazione di piani di assistenza personalizzati e individualizzati per ogni piccolo paziente, ma soprattutto per ogni famiglia.

Oggi si parla di assistenza centrata sulla famiglia, quindi ciò comporta un'assistenza a 360 gradi non soltanto dal punto di vista bio-psico-sociale ma anche sulla relazione tra genitore, figlio/figlia, e contesto in cui questo si attua.

Noi siamo infermieri, ma siamo anche educatori alla salute e per la salute

È importante creare per queste madri quello che noi infermieri, e professionisti definiamo empowerment, trasferimento del potere al genitore, in modo da garantire da parte di quest’ultimo un maggior controllo sulla salute del proprio figlio, facilitando soprattutto il percorso ed il rapporto di salute che si instaura tra genitore e figlio tra le mura di casa.

"Family centered-care", "empowered empowerment", non sono solo semplici termini gettati così su un foglio bianco di word. Per chi come me ci crede, sono molto più di meri sostantivi.

Infermiere
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)