Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Assistenza Pediatrica

La valutazione del bambino con shock è una valutazione clinica

di Paola Botte

Nella valutazione del bambino con shock bisogna capire il suo grado di reattività che è un'espressione della perfusione tissutale cerebrale e il suo stato del circolo.

Quindi i parametri vitali, come sono la frequenza cardiaca e la pressione che però nel bambino piccolo può non essere alterata anche se è un paziente in shock.

La valutazione dello shock nel bambino

Il tempo di refill che è un dato molto importante nella valutazione della perfusione e la sua diuresi. Tutti questi parametri ci permettono di capire se il paziente è in shock oppure no.

A quel punto inervenire con bolo di fluidi è mandatorio e va costantemente rivalutato durante la somministrazione e alla fine di essa, per capire se abbiamo ottenuto il risultato che ci aspettavamo e per cercare di capire anche se stiamo sovraccaricando di fluidi il bambino.

L'indicazione attuale alla somministrazione di cristalloidi è mandatoria, quindi soluzione fisiologica oppure soluzione Ringer lattato.

Idealmente utilizzare la soluzione Ringer lattato riduce il rischio di acidosi ipercloremica, ma teniamo conto che la soluzione fisiologica somministrata in un bolo, quindi una dose di 20 ml/kg, non provoca questo rischio.

Commento (0)