Nurse24.it

francia

Infermieri di terapia intensiva riceveranno 100 euro netti

di Massimo Canorro

Da gennaio, i professionisti sanitari impegnati nei reparti di terapia intensiva riceveranno un bonus mensile di 100 euro netti. Ad annunciarlo il premier Jean Castex, che ha parlato di riconoscimento indispensabile verso un settore impegnato in prima linea nella lotta al Covid. La misura è inserita all’interno di un pacchetto che sarà presentato dal ministro della Salute, Olivier Véran.

Infermieri Francesi in Terapia intensiva bonus mensile di 100 euro

La Francia incrementerà gli stipendi dei suoi circa 24mila infermieri impegnati nei reparti di terapia intensiva, con i pazienti ricoverati in condizione critica, quale anticipo di una revisione delle condizioni salariali e di lavoro già oggetto di uno studio che verrà presentato nei giorni a venire. Così, a partire da gennaio 2022, i professionisti sanitari riceveranno un aumento pari a 100 euro netti in busta paga. Bonus che si aggiunge allo storico aumento salariale dello scorso anno.

Bonus, questo, che si inserisce nell’ambito di un piano strutturato per migliorare le condizioni lavorative all’interno degli ospedali. Soprattutto, occorre precisare che l’aumento di stipendio sarà appannaggio tanto del personale sanitario che lavora nel pubblico quanto nel privato. L’annuncio – che è arrivato dal primo ministro Jean Castex, a margine di una visita presso un centro ospedaliero di Créteil, appena fuori Parigi – arriva in un momento particolarmente delicato per il paese, che nella giornata di ieri ha riportato un record di 179.807 nuovi casi, di gran lunga il numero più elevato dal principio della pandemia (il precedente record di 104.611 era stato stabilito sabato scorso, proprio il giorno di Natale).

La misura rientrerà nel pacchetto che sarà presentato dal ministro della Salute, Olivier Véran, dopo la consegna di un rapporto redatto dall’Ispettorato generale degli affari sociali francese (Igas). Il primo ministro Castex ha tenuto a precisare che il piano mirerà a rivedere l’interattività, la formazione, la qualifica, le condizioni di esercizio professionale in questi servizi di cure critiche.

Alla luce della nuova ondata di Covid-19 in Francia come nel resto d’Europa, il personale sanitario impegnato nelle terapie intensive è più indispensabile che mai – ritiene il premier – e lo stesso ha aggiunto: Non si tratta soltanto di supporto morale, ma anche di sostegno materiale, concreto, da parte del governo. Il lavoro sfiancante compiuto dagli infermieri viene infatti considerato come estensione degli sforzi che la nazione sta compiendo, un riconoscimento imprescindibile ai professionisti sanitari, del cui apporto abbiamo più che mai bisogno considerando l’attuale situazione di crisi che stiamo vivendo, ha spiegato ancora Castex, che per Capodanno ha raccomandato di evitare gli assembramenti, di limitare i grandi festeggiamenti, di sottoporsi a tamponi preventivi.

Commento (0)