Nurse24.it

dentro la professione

Infermieri stranieri, sale il numero negli ospedali italiani

di Redazione

Segna un + 10,4% il numero degli infermieri immigrati negli ospedali italiani negli ultimi 10 anni. Lo dice un’elaborazione dell’Unione europea delle cooperative Uecoop su dati Ocse.

Uecoop, l’analisi sui dati Ocse

Sempre più infermieri stranieri negli ospedali italiani

Gli infermieri stranieri negli ospedali italiani rappresentano il 5% del totale e provengono principalmente da paesi dell’est: romeni (11.204), polacchi (2.374) e albanesi (1.032). Molto rappresentati anche gli indiani (1.399) e i peruviani (1.080). Dall’Africa viene meno del 2% degli infermieri stranieri che lavorano in Italia.

La richiesta di assistenza non potrà che aumentare – dice Uecoop ed è quindi necessario garantire numeri e professionalità sempre maggiori, sia nelle strutture sanitarie che in quelle residenziali per la terza età, sia nelle case dove ci sono malati e anziani curati a domicilio, come già fanno quasi 9.700 cooperative sociali e di assistenza che impiegano oltre 328 mila persone fra italiani e stranieri.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commenti (1)

zouhair

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

...

#1

Ci sono un sacco di esperienza negli Stati africani può aggiungere