Nurse24.it
Partecipa ai webinar gratuiti su Salute.LIVE

infermieri

Sospese le indennità economiche in Sardegna, la denuncia

di Redazione

Sospese le indennità economiche degli infermieri sardi. La denuncia del Nursing Up di Sassari.

Infermieri senza indennità economiche, Sassari sul piede di guerra

soldi 80 euro

Agli infermieri sardi sono stati tolti 80 euro dalla busta paga

L’Ats – denuncia il segretario provinciale Nursing Up Alessandro Nasone - ha deciso in maniera unilaterale di sospendere l’erogazione delle indennità, detta di terapia intensiva, in alcuni reparti fra cui il 118 e il Pronto soccorso e l’indennità detta di malattie infettive a molti servizi tra cui il Serd. Tutto ciò in applicazione a un controverso articolo della legge Brunetta che dice tutto e il contrario di tutto.

Le indennità sospese – continua il sindacalista - sono frutto di processi negoziali derivati da accordi sindacali vecchi di almeno 12 anni. Una soluzione condivisa in tutta la Sardegna; stiamo parlando di circa 80 euro mensili, piccole cifre certo ma che in uno stipendio basso come quello di un infermiere porta comunque un po’ di ossigeno.

Secondo il Nursing Up se si vogliono tagliare gli sprechi in Sardegna certamente non si deve iniziare con gli stipendi dei dipendenti, ma andando a stanare e colpire altri sprechi. E Nasone non esita ad elencare problemi come i premi produttività dei dirigenti o le somme erogate agli avvocati dell’Asl di Sassari. Una circa 51.000 euro e l’altra circa 42.000 auro ai due dirigenti avvocati – dice Nasone -. Somme che sono il premio per le cause vinte, nonostante gli avvocati prendano già uno stipendio da dirigente. Uno schiaffo agli infermieri e al loro stipendio mensile.

Il sindacato chiede un incontro urgente in assessorato per discutere delle indennità sospese e trovare una soluzione condivisa.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)