Nurse24.it

testimonianze

Leonella Perfetti. Farei l'Infermiera altre 100 volte

di Ferdinando Iacuaniello

55423d648d980fcd038f6cfb754692c1

RIMINI. Entra nella sala dell'ex Convento dei Servi, presenti le Autorità e i Cittadini Riminesi, Leonella non nasconde la sua emozione in tanti la fermano per complimentarsi con lei. Convento che come ricorda il Sindaco - Andrea Gnassi - è stato il convitto femminile dove Leonella ha studiato per diventare Infermiera, perchè a quei tempi a pochi passi c'èra il cosiddetto “ospedalino” dei bambini.

Leonella Perfetti, Infermiera dal 1975, ha lavorato prima presso il reparto di Pediatria. Nel 1989 ha iniziato il suo percorso professionale presso il reparto di Oncologia dell'Ospedale di Rimini, contribuendo alla nascita del reparto fino al raggiungimento dei servizi attuali rispondendo all'evolversi della disciplina.

 

Oggi è la referente infermieristica del Day Hospital Oncologico, si occupa della presa in carico dei pazienti guidandoli nel loro percorso di cura, la delicadezza ti tale compito che necessita anche di doti umane oltre che professionali molto spiccate, deriva dal tipo di patologia che affligge questi pazienti. Leonella Perfetti è di fatto il loro punto di riferimento ed interfaccia con la struttura.

 

E pertanto viene consegnato il Sigismondo d'oro per le seguenti motivazioni:

"Per la professionalità dimostrata nello svolgere l'importante ruolo di coordinamento infermieristico dei percorsi di cura rivolti ai pazienti oncologici ricercando le migliori coerenze organizzative, possibili in cammini terapeutici complessi, diversificati ed invasivi.

 

Per l'umanità profonda espressa verso chi si trova in situazioni drammatiche, tristi e dolorose, ricercando sempre col sorriso, il rispetto assoluto e l'attenzione ai particolari, di rendere sopportabili e meno apprensivi i vissuti negativi, mitigando le ansie e le paure offrendo una serena continuità terapeutica.

 

Per la capacità di ricercare e sviluppare in ciascuno dei pazienti seguiti, quelle risorse individuali che, anche nei momenti di smarrimento o solitudine, sono la forza che permettono a tutti noi di superare le avversità che la vita presenta. Per incaricare la modestia e l'umiltà che caratterizza tutto il corpo infermieristico che, silenziosamente, assiste e cura. "

 

A leggere le motivazioni è Donatella Turci - Presidente del Consiglio Comunale, consegna il premio il Sindaco della Città di Rimini, Ansrea Gnassi.

 

Non so se merito questo premio - Quando mi è stato comunicato non dico che mi ha spaventata, ma terrorizzata.

 

Non nasconde l'emozione Leonella nel suo discorso di ringraziamento, perchè proprio a me  - continua - tra le tante persone che tutti i giorni fanno il mio lavoro.

 

Se sono così è perchè amo il mio lavoro e devo ringraziare tutte le persone che mia hanno stimolata in tutti questi anni, tra questi i pazienti che mi hanno insegnato tantissime cose.

 

Conclude il discorso condividendo il premio con tutti gli Infermieri che, con passione e dedizione, svolgono questa professione ma troppo spesso non sono considerati, mentre sono il pilastro di tutta la Sanità.

 

Il Sigismondo d'oro, è il riconoscimento costituito da una targa in oro riproducente l’immagine di Sigismondo Pandolfo Malatesta, che viene attribuito ogni anno a colore che abbiano onorato, con la propria attività, la città di Rimini.

 

Dall'istituzione del premio, non è stato mai assegnato ad un Professionista Sanitario, questa rende ancor più prestigioso il premio ricevuto.

 

 

Direttore Responsabile

Commento (0)