Nurse24.it
corso fad ecm insufficienza respiratoria

FNOPI

Nuove terapie, infermieri punto di contatto tra pazienti e Ssn

di Redazione

Guida e supporto ai cittadini. Questo sono gli infermieri secondo il senso dell’intervento di Giancarlo Cicolini, tesoriere e portavoce della Fnopi, alla conferenza su “Partecipazione attiva dei pazienti ai processi che generano nuove terapie: sviluppo, valutazione e reale accesso alle cure necessarie”, organizzata dalla Società italiana attività regolatorie (Siar) al ministero della Salute a Roma.

Conferenza su nuove terapie e partecipazione dei pazienti

conferenza fnopi nuove terapie

La conferenza che si è tenuta a Roma

È evidente la sintonia dell’azione infermieristica rispetto ai bisogni reali dei cittadini - ha detto Giancarlo Cicolini - non nella scelta delle terapie per patologie acute o per patologie la cui diagnosi spetta naturalmente al medico, ma per tutta quella gamma di necessità che soprattutto in caso di cronicità, non autosufficienza e fragilità che si generano rispetto a bisogni via via emergenti. L’infermiere a cui il paziente è affidato h24 vede, riconosce e fa fronte direttamente e nel più breve tempo possibile ai suoi bisogni. E l’infermiere è coinvolto in questo modo, anche nel controllo ed educazione sanitaria che i nostri professionisti svolgono, nel percorso assistenziale legato alla condizione degli assistiti.

In questa direzione va la consulta permanente delle associazioni dei pazienti e dei cittadini, costituita a Roma presso la Federazione. Oltre 30 associazioni di malati hanno aderito all’iniziativa che vede alleati pazienti e 440mila infermieri.

La consulta – spiega Cicolini – è un luogo di confronto e comunicazione permanente tra infermieri, associazioni dei pazienti e cittadini ed è convocata e sentita preventivamente dalla Federazione degli infermieri sulle tematiche professionali con una funzione propositiva per le azioni future della categoria. Le associazioni hanno motivato la loro adesione sottolineando la necessità di prevenzione, formazione e informazione e la categoria infermieristica è stata giudicata essenziale in questo senso: gli infermieri sono ritenute le figure più vicine al malato, quelli che di più lo possono guidare anche nella formazione e nell’informazione, essenziali per prevenire aggravamenti della patologia, capaci del controllo e della somministrazione della giusta terapia nelle giuste dosi e nel momento giusto.

Commento (0)