Nurse24.it
scrivi una email per avere maggiori informazioni

Assistenza Infermieristica

La consapevolezza sconfigge le angosce e le paure

di Ornella Ventura

La nostra professione sta vivendo mesi di fatica e difficoltà. Diventa difficile, per molti di noi, entrare in ospedale. Siamo angosciati. Prendere consapevolezza di noi stessi come professionisti della cura, delle nostre angosce richiede di fare un passo indietro, fermarsi a capire cosa siano consapevolezza ed angoscia.

Etica e deontologia

Il professor Sandro Spinsanti, durante la diretta andata in onda il 4 febbraio scorso dell'Emozionario dei Professionisti Sanitari, ha posto l'accento sulla necessità di prendere coscienza del nostro codice deontologico. Spinsanti ci invita ad una riflessione e ad una distinzione tra etica e deontologia.

Comprendere le norme deontologiche ci permette di prendere consapevolezza di ciò che siamo, come professionisti della cura e del nostro ruolo dentro la società

Etica deriva dal greco èthos, indica un insieme di valori che regolano il comportamento dell'uomo in relazione agli altri e si riferisce a tutte le condotte umane. È quel complesso di norme morali e di costume che guidano le azioni individuali e che identificano un preciso comportamento nella vita di relazione con il riferimento a specifiche situazioni (es. etica cristiana, etica del lavoro).

Deontologia è un complesso di regole di comportamento che devono essere rispettate nell'attività professionale e, proprio per questo, è settoriale e non universale. La deontologia è, infatti, un elemento strutturale della professione stessa, che serve a tutelarla e proteggerla. Può essere definita come l'insieme dei principi e regole di condotta che un determinato gruppo professionale deve osservare nell'esercizio della sua professione.

Capire questa distinzione e comprendere le norme deontologiche ci permette di prendere consapevolezza di ciò che siamo, come professionisti della cura e del nostro ruolo dentro la società.

Il codice deontologico ci permette di sospendere il giudizio, prestare cure anche quando questo ci affatica, perché la situazione da affrontare o la persona da curare ci mette in difficoltà o, peggio, in crisi.

Il codice deontologico ci aiuta ad accogliere quelli che Il professor Spinsanti, facendo riferimento a Engelhardt ( filosofo, biologo, medico statunitense. Texas 27/4/1941- Houston 21/6/2018), ha chiamato “stranieri morali”, ossia quelle persone che ci sono vicine per storia, cultura, ma ci sono lontane per idee e comportamenti.

  • Ornella Ventura - Infermiera

Commento (0)