Nurse24.it
scrivi una email per avere maggiori informazioni

mobilità

Sblocco Mobilità: Sit-In Infermieri molisani bloccati al “Nord”

di Rosario Scotto di Vetta

65c936b5a308c3ecd39227edb709aaa1

ISERNIA. Rivendicano il diritto di tornare nella loro terra. Dopo i Campani, anche gli infermieri della regione Molise hanno deciso di rompere il silenzio. Sono stati proprio loro a manifestare davanti all’ Ospedale F. Veneziale di Isernia il 30 maggio.



Hanno lasciato mogli, mariti, figli e genitori spesso malati e bisognosi d’assistenza pur di lavorare. Hanno vinto un pubblico concorso e si sono trasferiti a Mantova, Lodi, Milano, Torino, Padova. Adesso sono scesi in piazza a dire “basta!” dopo tanti anni di sacrifici fuori regione.

 

“Vogliamo rivendicare il diritto degli Infermieri molisani, già in ruolo presso altre sedi Asl, a tornare in Molise. Gli infermieri in comando presso l’Asrem Molise stanno ricomprendo posti vacanti nei vari presidi ospedalieri e, grazie anche a loro, l’assistenza ai cittadini continua ad essere erogata entro certi livelli assistenziali accettabili, con innumerevoli sacrifici personali” spiega Antonio Licursi.

 

Non è affatto facile vivere lontani dalla propria casa e famiglia. E per chi una famiglia non ce l’ha, è anche difficile farsela. “Sono 3mila gli infermieri che hanno risposto all’avviso pubblico per la graduatoria a tempo determinato bandita dall’Asrem Molise. Eppure quelli turnisti degli ospedali molisani non hanno alcun diritto ad andare in ferie per mancanza di personale infermieristico” ha continuato lo stesso Licursi. 

Commento (0)