Nurse24.it
MASTER

libera professione infermiere

Variazioni attività professionali, le comunicazioni ad Enpapi

di Redazione

Enpapi, Ente nazionale di previdenza ed assistenza della professione infermieristica, ricorda agli iscritti alla Gestione Separata gli estremi per comunicare gli eventuali cambiamenti circa la propria attività lavorativa.

Variazioni attività professionali, tutti i dettagli da comunicare a Enpapi

Da Enpapi i dettagli da comunicare circa le variaizoni relative all'attività lavorativa degli infermieri liberi professionisti

Si ricorda la necessità per i Professionisti titolari di rapporti di collaborazione, anche non abituale, iscritti alla Gestione Separata Enpapi, di comunicare tempestivamente all’Ente gli eventuali cambiamenti relativi alla propria attività lavorativa come, ad esempio, la variazione del committente o anche l’attivazione di un nuovo contratto di collaborazione in aggiunta a quello già in essere.

Nella comunicazione si raccomanda di indicare tutti i dati relativi al committente:

  • codice fiscale/partita IVA
  • denominazione
  • indirizzo

In questo modo gli Uffici potranno informare l’azienda committente e verificare il corretto adempimento dei relativi obblighi contributivi.

Si rammenta, inoltre, che non vi è l’obbligo di comunicare la cessazione del rapporto di collaborazione dal momento che la posizione contributiva e previdenziale sarà definita attraverso gli adempimenti contributivi a carico del Committente (invio delle denunce e versamento dei contributi).

Nel caso, invece, di apertura di partita Iva, individuale o associata il Professionista dovrà comunicare la variazione della tipologia di esercizio libero-professionale (da collaborazione a partita Iva) con conseguente attivazione della relativa posizione contributiva presso la Gestione Principale Enpapi.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)