Nurse24.it
Preparati con il corso di aggiornamento e preparazione al Concorso OSS

Operatori Socio Sanitari

Asl Napoli 2 Nord, precari in protesta si incatenano ai cancelli

di Redazione

Protesta degli Operatori Socio Sanitari in scadenza presso l’Asl Napoli 2 Nord. Alla base delle rimostranze il concorso indetto dall’azienda sanitaria locale che ha di fatto escluso gli Oss in questione da qualsiasi possibilità di impiego a tempo indeterminato. L’Asl: La legge impedisce ogni proroga. Michela Rostan, vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera: No a guerra tra lavoratori e vincitori di concorso.

Oss precari in protesta davanti all'ospedale di Frattamaggiore

Oss precari dell'Asl Napoli 2 nord incatenati ai cancelli

Protestano gli Operatori Socio Sanitari "avvisisti" dell'Asl Napoli 2 Nord, che con l’arrivo delle assunzioni legate al nuovo concorso vedono seriamente a rischio il proprio futuro lavorativo.

Sono circa 70 gli Oss che hanno prestato servizio per 12 o 24 mesi, sperando in un’assunzione definitiva, ma che ora si vedono scavalcare dai nuovi (leciti) arrivi e temono di restare senza lavoro.

Abbiamo garantito i Livelli Essenziali di Assistenza per due anni e ora possiamo finire per strada dopo aver svolto turni massacranti, spesso sottodimensionati nel numero – dicono i manifestanti – Non pretendiamo di essere assunti in pianta stabile, siamo disponibili al dialogo per trovare una soluzione che scongiuri un dramma per le nostre famiglie.

Vi è la comprensione umana per la prossima scadenza dei contratti degli operatori socio sanitari a Tempo Determinato - risponde l'Asl Napoli 2 Nord in un comunicato - Tali rapporti lavorativi, tuttavia, non potranno più essere rinnovati in quanto si tratta di personale che era stato selezionato con avvisi pubblici a tempo determinato – il cui iter risulta normativamente più rapido – per dare risposte immediate ai bisogni assistenziali urgenti.

La legge - conclude l'Azienda - impedisce di prorogare ulteriormente questa tipologia di contratti, considerato che l’ASL – per assicurare stabilità ai livelli assistenziali – ha portato a termine un regolare concorso a Tempo Indeterminato per Operatori Socio Sanitari che ha prodotto una graduatoria di 792 idonei all’assunzione. Per il 30 settembre è previsto l’ingresso in organico dei vincitori di concorso.

Campania, Rostan: Colmare organici, presto appello per un tavolo tecnico

Evitare una inutile guerra tra lavoratori e vincitori di concorso attraverso l'adozione di un piano di assunzioni chiaro che tenga conto di tutte le migliori risorse di cui il Servizio sanitario nazionale possa usufruire. Così la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan, auspicando che per la Campania sia realizzato a breve un programma per le nuove assunzioni e per la stabilizzazione dei precari in grado di colmare le gravissime carenze in organico nella sanità pubblica della regione.

La deputata di LeU appellerà perciò il ministro della Salute, Roberto Speranza e il governatore, Vincenzo De Luca, per la convocazione di un tavolo tecnico che consideri anche le carenze di organico che con l'applicazione di Quota 100 potrebbero compromettere in modo serio il godimento da parte dei cittadini campani di servizi sanitari anche elementari.

È necessario - rimarca Rostan - che in questa fase delicatissima per la sanità pubblica, che in Campania sconta un ammanco di circa 5mila unità, si proceda in modo celere e trasparente valorizzando le nuove risorse e competenze senza però disperdere quelle acquisite da quanti hanno lavorato in questi anni con contratti a tempo determinato, contribuendo a mantenere in piedi - conclude la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera - un delicatissimo equilibrio nella erogazione dei servizi sanitari.

Commento (0)