Nurse24.it

cardiologia

Ecografia intravascolare - IVUS

di Cristian Mariotti

L’ecografia intravascolare, o IVUS (IntraVascular UltraSound), viene utilizzata per verificare la corretta espansione della protesi endovascolare, ma non solo. L’IVUS viene inoltre utilizzato per definire meglio le caratteristiche di una placca, per misurarne l’area minima rispetto alle dimensioni del vaso sano, che sotto determinati cut off è diagnostica per una stenosi critica, soprattutto quando si tratta di stenosi del tronco comune. Infine, può essere utilizzato per valutare la presenza di eventuali dissezioni spontanee o iatrogene.

Caratteristiche dell’ecografia intravascolare

Nei laboratori di cardiologia interventistica è di fondamentale importanza verificare la corretta espansione della protesi endovascolare (stent) per evitare che rimanga dello spazio virtuale tra la trama di quest’ultima e la tonaca intima arteriosa; se lo stent non è ben adeso (malapposto) può riattivarsi il processo trombotico e andare ad occludere nuovamente il lume coronarico (trombosi acuta di stent).

Per ovviare a questa grave complicanza, dopo il posizionamento dello stent solitamente si effettuano delle espansioni ad alte atmosfere con palloni per angioplastica non complianti (NC) che offrono un’elevata forza radiale e permettono all’endoprotesi di essere ben espansa e adesa alla parete endovascolare.

Nel caso in cui lo stent venga posizionato in zone delicate (es. tronco comune), o in ogni caso si voglia essere certi che non vi siano tratti protesici ipoespansi, si effettua il controllo ecografico intracoronarico denominato IVUS (IntraVascular UltraSound) che permette di avere un’acquisizione iconografica più dettagliata rispetto all’angiografia in quanto viene visualizzata con ultrasuoni una sezione trasversale/longitudinale del lume, potendo rilevare le dimensioni del vaso e quelle dello stent poiché il suo profilo viene messo in risalto per la presenza delle maglie metalliche rispetto alla tonaca arteriosa.

NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)