Nurse24.it

Università

Infermieristica, ecco i nuovi professori universitari

di Leila Ben Salah

Un patentino scientifico per insegnare all’università. Sono usciti i nomi dei professori associati e di quelli ordinari che potranno così insegnare Igiene generale e applicata, scienze infermieristiche e statistica medica nelle università italiane. E per giudicare i titoli dei neo professori è stata chiamata addirittura una professoressa ordinaria della Pennsylvania University.

Ecco i neo professori universitari in Infermieristica

Le liste sono due, una per i professori ordinari in prima fascia e una per quelli associati in seconda fascia (primo step per poi accedere alla cattedra).

Tra gli associati compare anche il nome di Alberto Lucchini, coordinatore di terapia intensiva a Monza. È una bella soddisfazione – ci racconta -, gli indicatori che si prendono in considerazione sono diversi.

La procedura infatti è tutt’altro che semplice. Il regolamento universitario italiano prevede un patentino di scientificità con abilitazione, che si basa in parte su quello che un professionista ha pubblicato nella sua vita e in parte su tre indicatori di riferimento: un determinato numero di pubblicazioni, un determinato numero di citazioni e il cosiddetto Indice H, che misura quanto i propri lavori siano stati citati da altri negli anni. Come riferimento si prende la media dei lavori di chi è già professore ordinario. Certo, l’infermieristica è giovane e proprio per questo è stata chiamata a valutare i neo professori addirittura una professoressa ordinaria della Pennsylvania University.

Il mio sogno è comunque di continuare a fare lavoro di coordinatore e diventare professore universitario allo stesso tempo – dice Lucchini mantenendo i piedi per terra , non vorrei staccarmi dalla clinica, ma anzi vorrei continuare a fare tutte e due le cose.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)