Nurse24.it

Assistenza Infermieristica

In Salento il mare è per tutti, anche per chi ha la Sla

di Redazione

A San Foca il mare è per tutti. Al lido “La terrazza tutti al mare!” anche i pazienti affetti da malattie neurodegenerative avanzate possono godere della spiaggia e del mare. Il lido, appositamente attrezzato e gestito dall’Associazione 2HE, mette a disposizione oltre a tre coordinatori, due bagnini e un gruppo infermieristico specializzato nell’assistenza ai malati di Sla.

Salento, il mare è per tutti: La spiaggia attrezzata per i malati di Sla

Alcuni dei bagnanti de "La Terrazza" (foto Avvenire)

Il sogno di Gaetano Fuso è ora realtà. La prima spiaggia in grado di ospitare persone affette da Sla in uno stabilimento attrezzato e con un’assistenza infermieristica specializzata.

Si tratta dello stabilimento “La Terrazza. Tutti al mare! Liberi di essere felici” (Marina di Malendugno), uno stabilimento fuori dal comune e unico nel suo genere.

Intere famiglie a supporto di un figlio o di un coniuge malato di Sla stanno arrivando un po’ da tutta l’Italia anche nelle ultime ore in questo angolo meraviglioso del Salento.

Sanno che qui troveranno tutto il necessario per superare qualsiasi barriera architettonica e soprattutto tanta professionalità e calore umano.

Nove sono le postazioni presenti sulla spiaggia e sei sono adibite ad ospiti affetti da altre disabilità – precisa il coordinatore de La Terrazza, Francesco Aprile – Al mare si arriva facilmente in carrozzina tramite la passerella e con i diversi ausili a disposizione. Abbiamo un’impiantistica e dei servizi all’avanguardia (due bagni con docce, spazi ombreggianti compresi tre gazebo) che consentono di soddisfare ogni tipo di esigenza, sia dei malati che dei loro accompagnatori.

Di soli pochi giorni fa è l’implementazione degli ausili, con la consegna da parte dell’Asl Lecce di un altro sollevatore e di una sedia-doccia, anche alla luce delle numerosissime richieste in vista del Ferragosto.

Ci siamo mobilitati immediatamente, assieme alla Questura, – spiega il direttore generale Asl, Silvana Melli – per permettere agli ospiti e ai loro familiari di trascorrere una giornata al mare in pieno relax e sicurezza. Grazie alle attrezzature che stiamo fornendo sarà possibile godere appieno della bellezza del mare e del sole del Salento. È il contributo della Sanità Pubblica, e in generale delle Istituzioni, ad una esperienza bella, capace di unire la generosità dei volontari con la forza di volontà delle persone con gravi disabilità, in un ambiente pensato e costruito attorno alle loro esigenze. Per tutti loro e per la Asl, quando cose così straordinarie diventano ordinarie, è sempre un bel giorno.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)