Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

rischio infettivo

Un passaporto per la gestione del catetere vescicale

di Daniela Accorgi

Le persone possono avere bisogno, in modo permanente o per un certo periodo di tempo, dell’inserimento di un catetere per favorire lo svuotamento della vescica. Questa condizione provoca un aumento del rischio infettivo, un potenziale ricorso all’utilizzo di antibiotici in caso d’infezione, il pericolo dello sviluppo di multiresistenze antibiotiche. Un paziente con catetere vescicale a permanenza ha necessità di maggiori cure sanitarie, sia per la presenza del catetere che delle patologie che hanno motivato la scelta dell’inserimento, condizione che può favorire la diffusione delle multiresistenze antibiotiche durante gli interventi assistenziali. Le infezioni del tratto urinario inferiore non sono gravi, ma possono aggravarsi se finiscono per coinvolgere le vie urinarie superiori o la via ematica fino alla sepsi.

Infermiere
Iscirviti al corso LIS a Milano

Commento (0)