Nurse24.it

Salute

Dermatite

di Sara Pieri

La dermatite è un'infiammazione cutanea che si manifesta con segni clinici caratteristici quali: arrossamento, edema, croste, essudazione, squame, talvolta vescicole, associati a prurito più o meno intenso. Possono presentarsi per un breve periodo di tempo, da poche ore a qualche giorno, oppure manifestarsi cronicamente.

Tipi di dermatite

Dermatite atopica

Le dermatiti possono essere: atopiche, da contatto, esfoliativa, eritema solare.

Dermatite atopica

Malattia infiammatoria della cute cronica, caratterizzata da una fase acuta di uno o due mesi e da una fase cronica con recidive; può essere prevenuta limitando lo stress, idratando accuratamente la cute anche con creme cortisoniche su prescrizione medica.

Dermatite da contatto

Malattia infiammatoria della cute causata dal contatto con una determinata sostanza; il trattamento prevedere immediatamente la rimozione della sostanza con cui la cute è venuta a contatto, per poi passare alla terapia topica o orale su prescrizione medica.

Può impiegare fino a tre o quattro settimane per risolversi completamente; può essere prevenuta evitando il contatto con la sostanza nota.

Dermatite esfoliativa

Eritema desquamante cutaneo diffuso, è causata da patologie cutanee preesistenti, forte disidratazione, carenze nutrizionali, farmaci, neoplasie; il trattamento è volto alla reidratazione, correzione di carenze elettrolitiche e nutrizionali, terapia topica o somministrazione di terapia antistaminica e cortisonica.

Dermatite da eritema solare

Dermatite causata da una sovraesposizione ai raggi UV; il trattamento per i casi lievi prevede applicazione topica di corticosteroidi, mentre nei casi di maggior entità può essere necessaria la somministrazione di terapia antistaminica e cortisonica. Per prevenire l’eritema solare è importante proteggere la cute con creme solari con filtri protettivi.

Cause di dermatite

Le dermatiti sono la risposta della pelle a stimoli causati da: pelle disidratata, contatto con sostanze, assunzione di certi farmaci, presenza di vene varicose, grattamento.

Quando si parla di contatto con sostanze, non si intende solo il contatto diretto con una parte del corpo, ma anche la sua ingestione e conseguente reazione topica, più o meno generalizzata.

Diagnosi e trattamento

La diagnosi di dermatite viene fatta da un medico specialista dermatologo che analizza le lesioni valutando sede e aspetto. Per poter fare diagnosi certe, spesso vengono associati test o esami cutanei come:

  • Patch test, che consiste nell’applicazione di piccole quantità di sostanze sulla cute del paziente per valutare l’eventuale reazione locale e dare una origine alla dermatite
  • Esami ematici per dosare le IgE (immunoglobuline E) poiché coinvolte nelle reazioni allergiche
  • Biopsia cutanea per poter analizzare in laboratorio un campione della lesione stessa

Il trattamento mirato è relativo alla causa scatente la dermatite; genericamente il medico può prescrivere farmaci antistaminici, creme cortisoniche o idratanti per ridurre i sintomi associati come ad esempio il prurito che risulta essere il sintomo più difficilmente tollerabile.

Infermiere

Commento (0)