Nurse24.it
Scopri il corso su hecm.it

Emergenza-Urgenza

Ambulanze senza medici, sospeso il direttore sanitario

di Redazione

Alla fine nella bufera c’è finito pure lui e il direttore sanitario dell’Ausl di Bologna Angelo Fioritti è stato sospeso per sei mesi. Motivo? All’ordine dei medici proprio non è andata giù la storia dell’autonomia degli infermieri del 118.

Sospeso Fioritti, direttore sanitario dell’Ausl di Bologna

Il caos era scoppiato un anno fa, quando nel settore dell'emergenza/urgenza in Emilia Romagna erano stati sospesi sette medici del 118, tra cui alcuni dirigenti. Sospensione impartita dal locale ordine dei medici chirurghi e odontoiatri per essere andati oltre i dettami del codice deontologico medico e per aver istigato l’esercizio abusivo della professione medica approvando protocolli che di fatto consentivano una certa autonomia dell’infermiere. In sostanza, le ambulanze senza medici a bordo non sono piaciute affatto all’ordine dei medici. Decisione, tra l’altro, difesa anche dalla Regione, che aveva approvato una delibera proprio per dare il via libera alle linee guida sul 118 in alcuni casi anche in assenza del medico. Il tutto con la consapevolezza che la professione degli infermieri oggi è molto cambiata, oggi sono professionisti dotati di autonomia con proprie e specifiche competenze.

Da tempo, infatti, gli infermieri del 118 rivendicano, al grido dell’hashtag #noisiamopronti, che le attività svolte, in scienza e coscienza, trovano giustificazione nei bisogni dei cittadini che assistono con modalità riconosciute come le più appropriate sul piano clinico (linee guida di accreditate società scientifiche) e organizzativo (presa in carico integrate e multiprofessionale). Lo ribadisce anche l’Ipasvi di Bologna, che conferma la propria solidarietà a Fioritti.

L’Ausl, dal canto suo, in una nota sottolinea la propria fiducia nei confronti del suo direttore sanitario.

Commento (0)