Nurse24.it
Scopri il corso su hecm.it

politica

Arriva lo sblocco delle assunzioni in Sanità, c'è l'accordo

di Redazione

Dal 2019 la spesa per il personale non potrà superare il valore del 2018 maggiorato del 5%. La norma varrà per tutte le Regioni. La soluzione potrebbe passare attraverso un emendamento al ddl Concretezza, ora all'esame della Camera, oppure entrare in uno dei prossimi decreti.

Sblocco assunzioni in Sanità, c'è l'accordo. Coletto: Ossigeno per Ssn

Il Ministero della Salute ha trovato un punto di equilibrio con Regioni, Ragioneria dello Stato-Mef e Funzione pubblica per avviare un cambio di rotta ormai non più rinviabile per assicurare i servizi sanitari su tutto il territorio nazionale.

È questa la natura di un emendamento (che sarà inserito nel primo dispositivo normativo possibile) concordato tra i Ministeri di Salute, Economia, Pa e le Regioni per lo sblocco del tetto di spesa per il personale sanitario (che ad oggi impone alle Regioni di rispettare i valori di spesa del 2004 ridotto dell’1,4%). La misura varrà per tutte le Regioni.

Grande soddisfazione del Ministro della Salute Giulia Grillo che sullo sblocco del tetto di spesa si è fortemente battuta in questi mesi. In questi giorni – ha scritto il Ministro sui social - ho portato avanti il mio impegno per superare l'anacronistico blocco delle assunzioni nella Sanità imposto dal 2009 a tutto il Ssn. Ora assunzioni di medici, infermieri e operatori per assicurare futuro al Ssn.

Lo sblocco del tetto di spesa per l'assunzione del personale in sanità, concordato con il Ministero della Salute e il Mef è un passo avanti importante che consente alle Regioni di modulare le proprie esigenze in modo più flessibile, era un punto da molto tempo inchiodato per una posizione molto rigida del Ministero dell'Economia, ha commentato il vice presidente della conferenza delle Regioni, Giovanni Toti, a margine della riunione dei governatori.

Non solo. Lo sblocco del turn over rappresenta, inoltre, una risposta al pensionamento anticipato, la quota 100 - osserva il Sottosegretario alla Salute, Luca Coletto - un provvedimento necessario per soddisfare le legittime aspettative dei lavoratori in generale, anche nel comparto sanitario.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)