Nurse24.it

Infermieri in Inghilterra

NMC abbassa soglia OET per certificazione lingua inglese

di Sara Daglio

È ufficiale: a partire da martedì 28 gennaio 2020, l’NMC (Nursing and Midwifery Council) accetterà tutti i test OET superati con C+ nella parte dedicata al “writing”. L’OET (Occupational English Test) rappresenta, insieme con l’IELTS, uno dei due test richiesti agli infermieri stranieri per ottenere il pin di registrazione all’albo professionale degli infermieri britannici.

Uk, buone notizie per chi ha sostenuto test di lingua senza passarlo

Già la settimana scorsa la proposta dell’NMC di mettere mano ai requisiti minimi per superare il test di Inglese OET, necessario per iscriversi all’albo professionale degli infermieri in UK, aveva destato grande interesse.

Un primo piccolo passo dunque per sanare l’enorme carenza di personale in Regno Unito (i tabloid parlano di 40.000 unità) e un grande risultato per tutti coloro che si apprestano a sostenere il test di lingua OET (Occupational English Test).

Nel documento in cui venivano elencate le proposte discusse dall’NMC si parlava anche della possibilità di riammettere all’albo, senza necessariamente dover sostenere il test di lingua, tutti i professionisti precedentemente iscritti all’NMC (ai tempi in cui non vigevano restrizioni in materia di competenza linguistica). Di questo però non vi è ancora riscontro ufficiale.

Si ricorda che i cambiamenti saranno effettivi a partire dal 28 gennaio 2020; al momento non sono noti altri dettagli, ma ci si aspetta la pubblicazione di una documentazione ufficiale di riferimento da parte dell’NMC.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)