Nurse24.it
corso fad ecm insufficienza respiratoria

Attualità Infermieri

Gigi D'Alessio al Cardarelli: Donare sangue è atto d'amore

di Pino de Martino

Io credo che bisogna aiutare gli altri, io ho la fortuna di parlare a moltissime persone, e oggi sono qui solo per dare un piccolo contributo. Così Gigi D’Alessio mentre, accompagnato da decine e decine di fans, ieri mattina varcava l’ingresso dell’Ospedale Cardarelli di Napoli. Ha fatto visita ai bambini talassemici e ai malati oncologici ricoverati presso il nosocomio partenopeo.

D'Alessio tra i bambini talassemici del Cardarelli: Aiutare fa sempre bene

gigi d'alessio al cardarelli di napoli

Il cantante Gigi D'Alessio coinvolto nell'iniziativa di sensibilizzazione per la donazione di sangue al Cardarelli di Napoli

Ieri al Cardarelli infermieri, medici e dirigenti sono stati tutti impegnati in una giornata dedicata alla sensibilizzazione per la donazione di sangue. E il noto cantante napoletano, testimonial della Fondazione Italiana di Thalassemia in mattinata è stato presente con loro.

Nei giorni scorsi, lo stesso D’Alessio aveva annunciato l’iniziativa dal suo profilo Facebook: un appello ai fans e non solo affinché aiutino chi ha bisogno, perché - ha scritto - donare è atto d’amore.

Corse in taxi gratis, dalle 9 del mattino alle 13 per i donatori erano state annunciate anche dal direttore Generale del Cradrelli Ciro Verdoliva. Partenza dallo stazionamento di piazza Dante e accompagnamento dei passeggeri/donatori al Centro trasfusionale del Cardarelli, per poi riportarli indietro. Il tutto organizzato nel tentativo di far fronte all’emergenza che mette a rischio le terapie trasfusionali, come hanno fatto sapere dalla direzione dell'ospedale.

L'iniziativa è stata voluta dalla direzione strategica dell'azienda ospedaliera, in collaborazione con il Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale e con il Centro di Riferimento Regionale Malattie Rare del Globulo Rosso, con la Fondazione Italiana Thalassemia, l'Associazione Gocce di Vita 2 e l'Associazione Orizzonte Guarigione.

Buona la riuscita. Fino alle 14 di ieri, si sono contati più di cento donatori. Eravamo certi – ha commentato il direttore generale Ciro Verdoliva - che i napoletani avrebbero risposto come sempre a questo appello, dimostrando generosità e solidarietà. Speriamo in questo modo di sensibilizzare i cittadini verso una maggiore sensibilità: donare il sangue significa donare la vita. Per questo dovremmo farlo abitualmente.

Commento (0)