Nurse24.it
Scopri i webinar gratuiti su Salute.LIVE

Attualità Infermieri

Iniezione letale: Infermiere accusato di omicidio volontario

di Redazione

Avrebbe iniettato una dose di forte sedativo ad un paziente senza prescrizione medica, causandone la morte nell'ottobre del 2015. Per questo un infermiere dell’ospedale di Carmagnola (TO) è accusato di omicidio volontario.

Muore dopo iniezione di sedativo, accusato di omicidio l'infermiere

ospedale di carmagnola

L'ospedale di Carmagnola

Un infermiere dell’ospedale di Carmagnola è accusato di omicidio volontario per la morte di un paziente avvenuta nell’ottobre del 2015.

Avrebbe somministrato una dose letale di un potente sedativo, senza la presenza di prescrizione medica. Una decisione arbitraria dell’infermiere, dunque, che avrebbe causato la morte di un pensionato di 86 anni, ricoverato un mese prima, quando si era presentato in ospedale con sintomi influenzali e capogiri.

L’autopsia sul corpo dell’uomo ha però stabilito che il decesso è avvenuto per insufficienza respiratoria, cosa che ha indotto i familiari a procedere per vie legali.

"Circa un mese dopo il decesso del paziente – spiega alla stampa locale l'Asl TO5, di cui l'ospedale di Carmagnola fa parte - è giunta a questa Asl una segnalazione di una presunta somministrazione di un farmaco non prescritto dai medici nel giorno precedente il decesso, di cui non risulta alcuna evidenza nella documentazione clinica in possesso dell’ospedale. L'azienda ha quindi immediatamente trasmesso alla procura di Asti tale segnalazione per l’accertamento dei fatti e ha collaborato con la stessa nello svolgimento delle indagini. Contestualmente, ha trasferito l’infermiere coinvolto a una mansione che non comportasse assistenza diretta a pazienti né accesso a terapie e ha avviato nei suoi confronti un procedimento disciplinare. Attende, inoltre, l'esito del procedimento giudiziario per adottare eventuali nuovi provvedimenti".

A sostenere la tesi dell'assassinio il pm Laura Deodato, che ha contestato all'imputato anche l'aggravante dei futili motivi e dell'uso di sostanze velenose.

Iscriviti

Commento (0)