Nurse24.it
Scopri i dettagli del corso su hecm.it

Avviso pubblico

Infermiere a 6 euro l'ora. Bando pubblico, stipendio da fame

di Leila Ben Salah

Infermiere full time, a partita iva, a 1500 euro lorde al mese. Vale a dire 6 euro nette circa all’ora. Ci verrebbe da dire quanto un cameriere stagionale, sottopagato. Eppure a proporre l’offerta di lavoro per sei mesi è un’azienda pubblica: l’azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli.

Infermiere a 6 euro l’ora, l’avviso pubblico è uno scandalo

infermieri al sant'orsola

Infermieri al lavoro, la richiesta del bando è di un impegno full time

L’azienda ospedaliera universitaria Federico II di Napoli ha pubblicato un avviso pubblico per sei incarichi a sei infermieri libero professionisti. Scadenza: 5 luglio 2017. L’incarico avrà la durata di sei mesi in diverse strutture dell’azienda. Ed è previsto un colloquio: alle 12 del 18 luglio, per accertare le capacità professionali dei candidati. Nulla di strano, tranne il compenso.

Per lo svolgimento dell’incarico – si legge infatti nel bando – al prestatore d’opera verrà corrisposto un compenso lordo di 9mila euro da erogare in sei rate mensili posticipati da 1500 euro lordi ciascuna, a fronte di un impegno di n. 36 ore settimanali. In pratica tra tasse e tutto all’infermiere restano in tasca, in media, sì e no 900 euro. E difficilmente potrà fare altro, visto che si tratta di un impegno full time.

Se l’infermiere libero professionista ha il regime dei minimi se la potrebbe cavare con una tassazione intorno al 33%. Questo significa che dovrebbe riuscire a portare a casa mille euro netti circa. Se invece non ha il regime dei minimi, la tassazione rischia di salire fino al 55% circa. Perciò l’infermiere che presta servizio in un’azienda pubblica per 36 ore settimanali, alla fine del mese si potrebbe ritrovare con 675 euro netti in tasca. Uno stipendio da fame.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)