Nurse24.it
MASTER UNIPEGASO ONLINE INFERMIERI

Formazione

Ecm, le novità nella formazione per il triennio 2017-2019

di Redazione

Aboliti il limite minimo (25) e il limite massimo (75) di crediti Ecm maturabili all’anno, incentivate le esperienze formative svolte in autonomia e premiata la regolarità formativa pregressa: queste le principali novità per il triennio Ecm 2017-2019.

ECM infermieri, premialità, flessibilità e autoformazione

Infermieri

Si è tenuto il 23 novembre scorso a Roma il Convegno “Le professioni sanitarie ed il sistema ECM tra presente e futuro", organizzato dal Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie (Cogeaps), per condividere i dati sull’ultimo triennio Ecm e per delineare lo scenario del prossimo.

Le statistiche discusse durante il convegno hanno evidenziato come, dal 2014 al 2016, sia aumentata in maniera considerevole la formazione a distanzaFAD (più di un milione i partecipanti e 2.000 i corsi disponibili) a fronte di una sostanziale stabilità della formazione residenziale.

Parte di maggior interesse del Convegno è quella che ha visto presentare le novità per il triennio Ecm 2017-2019, riassunte nei concetti di premialità, flessibilità e autoformazione, dei quali si attendeva la formalizzazione con apposita delibera da parte delle autorità competenti pubblicata nella giornata di ieri, 15 dicembre 2016.

La premialità introduce un criterio che premia la regolarità formativa pregressa: chi ha acquisito da 80 a 120 crediti ECM tra il 2014 ed il 2016, avrà uno sconto di 15 crediti per il nuovo triennio, mentre chi ha acquisito da 121 a 150 crediti nel triennio che volge al termine, avrà uno sconto di 30 crediti tra il 2017 ed il 2019.

La flessibilità permetterà al professionista di organizzare liberamente la distribuzione triennale dei crediti formativi Ecm acquisiti (dovranno comunque essere sempre 150 nel triennio, fatti salvi i casi citati dalla premialità).

Questa libertà sarà legata al dossier formativo - per il quale sono previste 3 declinazioni: individuale, di gruppo e organizzativo - attraverso il quale il professionista programmerà e riprogrammerà il proprio piano formativo triennale sulla base degli obiettivi nazionali Agenas. Ogni professionista potrà partecipare a più gruppi (ad es. colleghi di reparto o gruppo interregionale) ed a più organizzazioni (ad es. Ordine e Asl).

Il concetto di autoformazione vedrà attribuire, nel prossimo triennio Ecm, maggiore importanza all'auto-formazione, costituita da corsi accreditati Ecm, ma anche da esperienze formative senza accreditamento Ecm, svolte in autonomia dal professionista (per un massimo del 10% dell'obbligo formativo).

Proroga al 2017 per mettersi in regola con i crediti

Ci sarà tempo per tutto il 2017 per mettersi in pari con i crediti Ecm relativi al triennio 2014/16, potendo acquisire sino al 50% del punteggio complessivo. Lo ha stabilito la Commissione Nazionale per la Formazione Continua, che ha deliberato in tal senso nella riunione del 13 dicembre scorso. Sempre in questa occasione, la Commissione ha fissato i nuovi criteri per l’assegnazione dei crediti agli eventi da parte dei provider.

Corsi ECM Infermieri

Commento (0)