Nurse24.it
MASTER UNIPEGASO ONLINE INFERMIERI

Wound Care

Protagonisti, non spettatori: La IV° Giornata di Studio Aislec

di Redazione

I professionisti nel Wound Care, protagonisti o spettatori del cambiamento? È stato questo il tema della IV° Giornata di Studio Aislec, a Matera il 18 novembre. Abbiamo scelto di essere professionisti, non aspettiamo le soluzioni ai problemi, progettiamo insieme il cambiamento.

Professionisti, progettiamo il cambiamento: IV° Giornata di Studio Aislec

In risposta al mutamento delle dinamiche politiche e sociali del nostro paese i professionisti della salute mettono in campo idee e progetti che, per trovare applicazione, hanno bisogno di competenze e di riconoscimento professionale in quanto componenti fondamentali dell’interno Sistema Sanitario Nazionale.

L’Associazione infermieristica per lo studio delle lesioni cutanee (Aislec), nell’ambito del suo programma formativo per l’anno 2017, ha scelto Matera, città della cultura, per la sua IV° Giornata di Studio, per proporsi come anello di congiunzione tra le diverse realtà politiche, sociali e professionali, offrendo spunti di riflessione su temi di clinica, ricerca e organizzazione nell’ambito del Wound Care.

Ad aprire i lavori è stata la proiezione molto emozionante di un video che racconta i valori etici di Aislec. Pochi minuti per raccogliere le parole chiave della carta etica spiegate da chi ha contribuito a redigerla. Poi è seguito il racconto dell’esperienza di tre infermieri e un paziente nell’ambito del wound care. Dopo l’introduzione della presidente Aislec Rosa Rita Zortea e dei rappresentanti regionali per la Basilicata Maria Donvito e Antonio Basile, hanno preso la parola il presidente del collegio Ipasvi locale Vita Spagnuolo, oltre a Mario Schiavon, Presidente ENPAPI, Raffaele Tatueranno dell’Omceo e Vito Pretara Responabile delle professioni sanitarie e sociali dell’ASM Matera.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commenti (1)

barsa78

Avatar de l'utilisateur

2 commenti

emozionante

#1

Oltre alla passione e all'impegno puoi migliorare la qualità dell'assistenza agendo con consapevolezza e approriatezza.