Nurse24.it

Eventi

Bologna, 2 agosto 1980: Con le mani, per non dimenticare

di Redazione

“Con le Mani” - parole, musica e arte per dire grazie ai soccorritori di ieri e di oggi - in programma per giovedì 27 luglio - è il titolo dell’evento promosso dal Collegio Ipasvi di Bologna in occasione della commemorazione delle vittime della strage del 2 agosto 1980.

Bologna, Con le mani per dire grazie ai soccorritori di ieri e di oggi

Una delle foto che Paolo Ferrari ha messo a disposizione del collegio Ipasvi Bologna

Una serata di letture, arte e musica per condividere memorie ed emozioni legate alla strage della stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

L’appuntamento è fissato a giovedì 27 luglio (dalle ore 19.30) presso il centro sociale “Romeo Ruozi” per “Con le Mani”, un evento promosso dal collegio Ipasvi di Bologna - in collaborazione con l'Associazione Piantiamolamemoria, l'Associazione tra i familiari delle vittime della strage del 2 agosto 1980, le lettrici di Liber The, i musicisti di Sbanda Ballet, il Collettivo Artisti Irregolari Bolognesi, il Coordinamento provinciale di Ancescao e i centri sociali “Croce del Biacco” e “Romeo Ruozi” - che si inserisce tra gli appuntamenti per la commemorazione delle vittime.

Con le Mani” è un progetto nato dalla duplice esigenza di esprimere gratitudine - per chi, quel tragico 2 agosto, ha contribuito a salvare vite e curare ferite e per chi, oggi, nonostante il dolore incancellabile, racconta la propria esperienza vissuta in prima persona – e di riflettere su una delicata questione: Chi soccorre i soccorritori, che ogni giorno si fanno carico del dolore del prossimo?

L’evento, aperto gratuitamente a donne e uomini di ogni età e condizione, si propone di tenere viva la memoria per nutrire l’impegno civile, tenendo sempre presente che paura e violenza non possono prendere il sopravvento, condizionando scelte e negando il diritto/dovere di costruire una vita pacifica.

2 agosto 2017: foto dei soccorsi all’arrivo del corteo

La mattina di mercoledì 2 Agosto 2017, alle ore 9,30, nel tratto di via Indipendenza compreso tra via Irnerio e la scalinata del Pincio, i familiari delle vittime e il corteo saranno accolti da infermieri, medici e volontari che reggeranno con le mani i pannelli delle immagini dei soccorsi del 2 agosto 1980 già esposti in più occasioni nella mostra “La memoria del soccorso” (immagini che nel 2015 il fotografo Paolo Ferrari ha gentilmente messo a disposizione del Collegio IPASVI di Bologna).

Commento (0)