Nurse24.it

Ordine Infermieri

Genova su Infermiere di Famiglia in Liguria

di Redazione

L'Ordine degli infermieri di Genova, a completamento dell'informazione nel merito di tutto l'impegno che le diverse istituzioni pubbliche e ordinistica hanno profuso interviene, con una lettera, a puntualizzare lo stato dell'arte della figura dell'Infermiere di Famiglia in Liguria.

Infermiere di Famiglia, Opi Genova: In Liguria non siamo all'anno zero

Carmelo Gagliano, presidente Opi Genova

Pur confermando l'apprezzabile impegno profuso dai colleghi dell'associazione NSP, il presidente dell'Ordine degli infermieri di Genova, Carmelo Gagliano, opera le dovute precisazioni in merito alla figura dell'Infermiere di Famiglia, che in Liguria è stata introdotta già dall'anno 2016 quando l'Assessore alla Salute Avvocato Sonia Viale presenta il Libro Bianco della sanità ligure.

Grazie all'impegno e al lavoro che la giunta regionale ligure - scrive Gagliano in una nota - e dei colleghi infermieri occupati in ALISA e presso il Distretto Socio-Sanitario n.12 di Asl 3, è partito un importante progetto sperimentale denominato CONSENSO.

Il progetto CoNSENSo, co-finanziato nell'ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europeo "Spazio Alpino" 2014-2020, ha visto la Regione Liguria sperimentare e offrire ai cittadini della Val Trebbia la professionalità di tre infermieri con l'obiettivo di aiutare gli anziani a vivere autonomamente nel proprio domicilio al più a lungo possibile, promuovendo la figura professionale dell'infermiere di famiglia e di comunità, per offrire supporto nelle attività della vita quotidiana, nella promozione dell'inclusione sociale, nella prevenzione degli incidenti domestici, nell'assistenza nelle terapie, nel monitoraggio dei vari indicatori di salute.

In oggi - continua il presidente Opi Genova, che nella sua lettera non manca di sottolineare l'importante lavoro svolto dai Colleghi del servizio di Cure Domiciliari - è stato approvato un ordine del giorno votato all'unanimità e relativo all'implementazione della figura dell'infermiere di comunità, già esistente in Liguria, prevedendo in più una formazione specifica per chi opera in area urbana. Non siamo all'anno zero.

L'Assessore alla salute Sonia Viale - aggiunge Gagliano - con l'appoggio di tutta la giunta regionale ha lavorato inoltre perché venga attivato con l?università di Genova il master per Infermiere di Famiglia e naturalmente accolto l'istanza di attivare tale servizio anche sul territorio colpito dalla tragedia del crollo di ponte Morandi, perché l'infermiere di famiglia sia presente tra i concittadini coinvolti e feriti da questa terribile emergenza che stiamo vivendo.

Risulta pleonastico - chiosa Gagliano - citare che l'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Genova da anni è stato protagonista e partecipe a tali iniziative perché l'Infermiere di Famiglia diventi una realtà, consapevole del valore aggiunto a risposta dei bisogni sanitari della popolazione e delle potenzialità professionali dei Colleghi in possesso delle competenze e capacità previste.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)