Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

presidio

DPI per la protezione dei piedi

di Giacomo Sebastiano Canova

Nelle normali attività gli operatori sanitari sono soggetti ad un fattore di rischio da contaminazione attraverso i piedi che può essere considerato sicuramente modesto. Nelle condizioni operative di reparto, possono essere considerate sufficienti le normali calzature in dotazione. Tuttavia, qualora debbano essere affrontate specifiche attività a maggior rischio (ad esempio nel caso di interventi di bonifica oppure procedure che generano spruzzi di liquidi biologici) è opportuno l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale come i soprascarpe di protezione.

Tipologie di calzari per la protezione individuale dei piedi

Tipologia Caratteristiche Protezione Attività
Calzari monouso in PVC antiscivolo In PVC con caratteristiche di resistenza alla trazione, allo strappo ed alle pressioni sia allo stato umido che allo stato secco. Misura minima lunghezza 35 cm circa. Saldatura alle estremità in lunghezza. Elastico che garantisca perfetta tenuta

Protezione della contaminazione delle calzature e della cute del personale dall’esposizione di sangue e/o altri liquidi biologici

Esecuzione e/o assistenza negli interventi di chirurgia maggiore (es. urologia, ginecologia, chirurgia addominale)
Gambali in TNTPVC antiscivolo Materiale impermeabile con suola antiscivolo. Misure indicative minime lungh. cm.35 e altezza cm. 20 circa. Elastico che garantisca perfetta tenuta. Resistenza alla trazione, allo strappo ed alle pressioni sia allo stato umido che allo stato secco
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)