Nurse24.it

presidio

DPI per la protezione congiuntivale

di Giacomo Sebastiano Canova

I dispostivi di protezione individuale congiuntivale servono per proteggere l’operatore nello svolgimento delle varie attività che espongono gli occhi ed il volto a rischio biologico. Tra i dispositivi per la protezione di occhi e volto citiamo gli schermi facciali, gli occhiali a oculare singolo e gli occhiali panoramici a maschera.

Tipologie di DPI per protezione di occhi e volto

Tipologia Caratteristiche Protezione Attività
Schermi facciali Devono permettere un ampio campo di visibilità senza formazione di riflessi o altre alterazioni visive. Devono essere dotati di un sistema di protezione superiore e laterale e astine regolabili; non devono avere materiale in tessuto o spugna non sanificabile

Protezione delle mucose di occhi naso e bocca durante le procedure e le attività di assistenza al paziente che possono generare schizzi di sangue, liquidi corporei, secreti, escreti

Esecuzione e assistenza durante gli interventi chirurgici, medicazioni, rachicentesi. Prelievi ematici, incannulamenti venosi e arteriosi. Assistenza a pazienti potenzialmente infetti con patologie trasmissibili per via mucosa o oculare. Assistenza a pazienti odontoiatrici
Occhiali a oculare singolo Devono permettere un ampio campo di visibilità senza formazione di riflessi o altre alterazioni visive. Devono essere dotati di un sistema di protezione superiore e laterale lavabile e disinfettabile chimicamente mediante l’impiego di cloroderivati Protezione degli occhi da schizzi di sangue, liquidi corporei, secreti, escreti Esecuzione e assistenza durante gli interventi chirurgici, medicazioni, rachicentesi. Prelievi ematici, incanalamenti venosi e arteriosi. Assistenza a pazienti potenzialmente infetti con patologie trasmissibili per via mucosa o oculare. Assistenza a pazienti odontoiatrici
Occhiali panoramici maschera Deve essere flessibile, leggero e molto avvolgente anche per la protezione da goccioline di liquidi. Deve essere lavabile e disinfettabile chimicamente con prodotti a base di cloroderivati. Le lenti devono essere otticamente neutre a perfetta tenuta all’occhiale. Deve limitare il meno possibile il campo visivo. Devono essere in materiale infrangibile ed essere trattate in modo da evitare la formazione di vapore

Protezione degli occhi da droplets (es. SARS, COVID)

Assistenza pazienti affetti da patologie trasmissibili tramite droplets (SARS, COVID)
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)