Nurse24.it

Procedura

Rachicentesi o puntura lombare

di Tiziano Garbin

Procedure

    Precedente Successivo

La rachicentesi è un tipo di puntura lombare che ha lo scopo diagnostico di prelevare un campione di liquido cefalorachidiano (o liquor) per poterlo analizzare oppure ha lo scopo terapeutico di drenare un eventuale liquor in eccesso. Nel caso della più generica puntura lombare lo scopo può anche essere quello di somministrare farmaci, misurare le pressioni subarancnoidee oppure fare una anestesia lombare.

Cos’è la rachicentesi e come si esegue la puntura lombare

La rachicentesi è una tecnica chirurgica che consiste nell’inserire un ago sottile (di norma 22 G, lungo 75mm) nello spazio tra la meninge aracnoide e la pia madre (spazio subaracnoideo che contiene il liquido cerebrospinale prodotto dai plessi corioidei situati nei ventricoli cerebrali).

Tale inserimento avviene fra la terza e quarta vertebra lombare oppure più comunemente fra la quarta e la quinta. Per trovare più facilmente questo spazio è consigliato di tracciare una linea immaginaria fra le 2 creste illiache (che corrisponde alla quarta vertebra lombare).

La procedura della rachicentesi richiede la massima asepsi in quanto con questa manovra si mette in comunicazione l’ambiente con lo spazio interno del sistema nervoso centrale.

Ritorna al sommario del dossier Procedure

NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)