Nurse24.it

Procedura

Broncoscopia

di Francesca Gianfrancesco

Procedure

    Successivo

L’assistenza infermieristica al paziente sottoposto a broncoscopia non in urgenza richiede una serie di interventi finalizzati soprattutto alla sicurezza del paziente prima, durante e dopo l’esecuzione della broncoscopia tenendo in considerazione la preparazione della persona, la modalità di esecuzione e le possibili complicanze.

Assistenza al paziente sottoposto a broncoscopia

L’assistenza al paziente sottoposto a broncoscopia va pianificata in fasi:

  • Preparazione e verifica del materiale
  • Preparazione del paziente
  • Collaborazione col medico durante l’esecuzione della procedura
  • Controllo del paziente durante e dopo la procedura
  • Codifica e gestione dell’eventuale materiale prelevato

Materiale occorrente per broncoscopia

La verifica della presenza e del funzionamento di tutto il materiale/apparecchiatura necessario è un punto fondamentale delle attività di preparazione alla broncoscopia.

Dispositivi di protezione individuale – DPI 

guanti, sterili e non

mascherine 

occhiali protettivi 

camici

Verifica della presenza dei dispositivi di emergenza

• controllo del sistema di monitoraggio con defibrillatore 

• controllo del carrello dell’urgenza e presenza dei relativi farmaci (non devono mai mancare midazolam, atropina, anexate, tranex, adrenalina) ed eventuale set per l’intubazione

Colonna video composta da: processore, monitor, videoregistratore

• verifica il funzionamento del monitor, della fonte luminosa, della telecamera

• verifica il funzionamento dei fibroscopi

Verificare la presenza e il funzionamento di erogatori di ossigeno e di aspiratori possibilmente due, uno per aspirare le secrezioni orali l’altro per eventuale urgenza. Sondini per l’aspirazione di diverso calibro

Monitoraggio parametri vitali 

• monitor

• elettrodi

• bracciale per la pressione

saturimetro

Materiale per anestesia

• lidocaina 10% spray per anestesia oro faringea

• eventuali farmaci per anestesia totale come da indicazione medica

• boccaglio

• garze

• abbassalingua sterile

Soluzione fisiologica e siringhe di diversa grandezza

• siringhe da 10cc con lidocaina cloridrato 2% (1% per pazienti pediatrici e cardiopatici)

• siringhe da 20cc preriempite con soluzione fisiologica (basta qualche cc)

• siringhe di scorta per eventuale BAL

Per il prelievo di campione polmonare

• pinze sterili per biopsie, brushing monouso e guaina porta brushing, vetrini

• portavetrini, contenitori con la formalina, alcool al 96% volumi, raccoglitori sterili per il BAL (broncoalveolo lavaggio), sol fisiologica fredda (2 flebo da 100 cc)

• moduli di richiesta e di invio del campione al laboratorio

Per iniziale detersione del fibroscopio

• contenitore di acqua distillata per il lavaggio del canale operativo

• contenitore con acqua e detergente enzimatico

Per lo smaltimento dei rifiuti

• contenitore per rifiuti speciali

• contenitore rigido per taglienti

Documentazione sanitaria

Nella fase di preparazione del paziente (non critico e non in urgenza) rientrano anche informazioni e attività preliminari di cui l’infermiere deve accertarsi.

  • Il paziente è a conoscenza del motivo per il quale deve fare la broncoscopia?
  • È stata descritta in maniera dettagliata ma comprensibile la procedura?
  • È stato firmato il consenso alla procedura?
  • Il paziente è a digiuno da almeno 6-8 ore?
  • È stata fatta un’accurata anamnesi per accertarsi che:
  1. il paziente sia collaborante
  2. il paziente non sia intollerante o allergico a farmaci anestetici o altri che eventualmente potremmo somministrare
  3. non siano presenti deviazioni del setto nasale e/o fratture
  4. non siano presenti protesi dentarie o altro
  5. il paziente non faccia uso di anticoagulanti o antiaggreganti o soffra di coagulopatie
  • È presente tutta la documentazione sanitaria?

Broncoscopia: procedura operativa

AZIONE RAZIONALE
Informare il paziente riguardo i passaggi della procedura Ridurre l’ansia e appropriarsi della massima collaborazione del paziente
Assicurare un ambiente confortevole e la temperatura idonea. Rimuovere le eventuali protesi e oggetti metallici Garantire la privacy e facilitare la corretta esecuzione della procedura
Far assumere alla persona la posizione sdraiato o semiseduto supino. In caso di difficoltà nel mantenere la posizione, aiutare la persona Posizione consigliata in caso di FBS flessibile 30°, in caso di broncoscopia con strumento rigido: supina con un cuscino sotto le spalle in modo da mantenere iperesteso il capo e facilitare l’introduzione dello strumento
Eseguire un lavaggio appropriato delle mani Previene la contaminazione sia degli strumenti e riduce le eventuali infezioni
Indossare i dispositivi di protezione individuale (guanti e camice sterili per il medico, mentre per l’infermiere non sterili, mascherina chirurgica copricapo e occhiali di protezione) Ridurre il rischio di esposizione biologica sia per la persona sia per gli operatori
Se broncoscopia per via orale, mantenere in sede il boccaglio Facilita l’introduzione dello strumento e evita /riduce i rischi di eventuali danneggiamenti
Collaborare con il medico durante l’introduzione dello strumento
Assistere il paziente prima e dopo l’introduzione del broncoscopio. Far eseguire respiri leggeri e frequenti, sino alla risoluzione della sensazione di apnea o tosse Ottenere massima collaborazione dal paziente ed evitare il rischio di movimenti bruschi

Controllare durante tutta la procedura i parametri vitali. Osservare il paziente ed informare il medico in presenza di:

- variazione dello stato di coscienza,

- presenza di agitazione motoria,

- insorgenza improvvisa di cianosi,

- in presenza di monitorizzazione, verifica dei parametri vitali. Somministrare eventuali farmaci su indicazione medica

Permette il riconoscimento delle complicanze e facilita l’esecuzione della procedura
Collaborare con il medico nell’esecuzione di manovre operative e nella raccolta del prelievo bioptico, nel brushing, broncolavaggi e rimozione di corpi estranei
Alla fine della procedura esegue la prima pulizia del canale operativo dello strumento con acqua bidistillata prima e detergente enzimatico poi Impedisce eventuali incrostazioni del lume interno con materiale biologico
Smaltire i rifiuti negli appositi contenitori
Identificare eventuali campioni, etichettare le provette correttamente e inviare in laboratorio Garantisce la corretta raccolta e invio dei campioni in linea con le linee guida del laboratorio
Registrare la procedura Mantenere aggiornata la documentazione sanitaria

Assistenza post-procedura

Al termine della broncoscopia accertarsi delle buone condizioni generali del paziente. Rilevare i parametri vitali e informare il paziente che eventuali lievi difficoltà respiratorie, la tosse o secrezioni con striature ematiche sono normali nel post-procedura e sono causati dall’anestetico locale e dal passaggio del fibroscopio.

È possibile anche un rialzo termico nelle ore a seguire. Comunicare al paziente di mantenere il digiuno almeno per un’ora o comunque fino alla ripresa della deglutizione e alla scomparsa della sensazione fastidiosa data dall'anestetico. Mantenere il paziente in osservazione per circa 30 minuti in caso di comparsa eventuale di problemi legati alla procedura.

Ritorna al sommario del dossier Procedure

iscriviti al webinar gratuito >

Commento (0)