Nurse24.it
unipegaso università online infermieri

Infermieri

Non siamo macchine, ma in pochi se ne ricordano

di Redazione

L’importante è che si rientri a lavoro, perché curarsi delle condizioni di salute del lavoratore? Le macchine non ce l’hanno le condizioni di salute. È così che M., giovane infermiere, si sente: una macchina. Perché di fronte ad un suo problema di salute gli è stato fatto capire, in modo nemmeno tanto velato, che sarebbe dovuto tornare subito al lavoro per non ritrovarsi "a piedi". La mia rabbia - scrive M. - è rivolta verso chi permette ogni giorno lo sfruttamento, chi cerca di intimorire un ragazzo solo perché giovane e inesperto, chi calpesta la dignità delle persone e che vomita su tutti quei diritti che sono stati conquistati con le lotte e il sangue degli sfruttati e degli ultimi. E, probabilmente, non solo la sua.

Commento (0)