Nurse24.it
Preparati con il corso di aggiornamento e preparazione al Concorso OSS

operatori Socio Sanitari

Mammì (M5S): Governo istituisca elenco nazionale OSS

di Redazione

L'On. Stefania Mammì (M5S) ha presentato un'interrogazione al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute e al Ministro dell'Università per chiedere azioni concrete per la nascita di un elenco telematico nazionale per gli Operatori Socio Sanitari. Nel corso dell'emergenza sanitaria gli Oss, insieme a medici ed infermieri, sono stati coinvolti in prima linea nel contrasto all’epidemia - afferma Mammì - ma per loro manca ancora un adeguato riconoscimento sul piano istituzionale.

Interrogazione Mammì alla Camera per istituzione elenco nazionale OSS

L'On. Stefania Mammì (M5S) ha presentato un'interrogazione a risposta scritta al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute e al Ministro dell'Università per chiedere azioni concrete per la nascita di un elenco telematico nazionale per gli Operatori Socio Sanitari.

Gli eroi non sono stati solo i medici e gli infermieri, ma anche gli operatori socio sanitari, che vanno tutelati - scrive Mammì in una nota - In alcune regioni come Liguria, Campania, Puglia, Sicilia e da pochi giorni anche la Lombardia, sono stati attuati alcuni provvedimenti che mirano ad offrire maggiori tutele alla categoria degli operatori socio-sanitari, tramite l'istituzione di un elenco telematico regionale”.

Il Governo si impegni a realizzare un elenco nazionale per gli OSS che assicuri a questi importanti professionisti il giusto riconoscimento

Ai ministri Speranza e Manfredi l’onorevole Stefania Mammì chiede: Gli operatori socio-sanitari, in prima linea nell’emergenza Covid-19, sono fondamentali figure di riferimento per garantire l'assistenza di base ai pazienti e, proprio per questo, maggiormente esposte al rischio di essere contagiate. Chiedo al Governo se non ritenga opportuno adottare iniziative per istituire un elenco telematico nazionale degli operatori socio-sanitari, invitando all'adozione di analoghi elenchi anche le regioni che ancora non vi abbiano provveduto e comunque adottare iniziative, per quanto di competenza, affinché vi sia una disciplina omogenea sul territorio nazionale riguardante la formazione e l'espletamento delle prove d'esame per il riconoscimento di tale qualifica professionale, valutando al riguardo l'istituzione di un tavolo tecnico che coinvolga gli operatori socio-sanitari, medici e infermieri, conclude l’On. Mammì.

Commento (0)