Nurse24.it

Operatori Socio Sanitari

Liguria, una pdl per elenco regionale. Migep: Da migliorare

di Redazione

Matteo Rosso (FdI), Valter Ferrando (Pd) e Alice Salvatore (M5S), hanno presentato al Consiglio regionale della Liguria una proposta di legge per l’istituzione dell’Elenco regionale degli operatori socio-sanitari e degli enti accreditati per la formazione. Il Migep in audizione in Consiglio: Bene mettere un freno al ‘diplomificio’, ma senza l’iscrizione obbligatoria se ne perderebbe l'utilità.

Elenco regionale Oss, Migep: Non basta un sì in Regione Liguria

Angelo Minghetti (Migep e sindacato Shc)

La proposta di legge - come si legge nella relazione - mira a promuovere, nell’ambito delle competenze regionali in materia di formazione professionale ed in materia di servizi sanitari e sociali, la conoscenza degli organismi di formazione accreditati operanti sul proprio territorio e dei corsi per il conseguimento della qualifica di operatore socio-sanitario, nonché a valorizzare le competenze professionali acquisite, nel rispetto dei principi di libera circolazione delle certificazioni professionali in ambito europeo e di quanto previsto dalla normativa statale in ordine all’istituzione del profilo professionale e all’esercizio dell’attività.

L'iscrizione all'Elenco regionale dovrebbe avvenire in modo da garantire le esigenze di tutela della privacy, nel rispetto delle disposizioni in materia di dati personali; tale iscrizione, però, non costituisce requisito per l’esercizio dell’attività, restando ferma l’applicazione delle normative statali vigenti in materia sia in ordine al riconoscimento della qualifica professionale sia per quanto riguarda la validità degli attestati e la possibilità di esercitare l’attività.

La federazione Migep, federazione nazionale degli oss, nella seduta del 15 novembre sul pdl 198, ha evidenziato la necessità di rivedere il testo e il sistema formativo, che deve essere uniformato sul territorio con criteri unici e che deve essere impartita da una formazione sanitaria SSN, attraverso istituti sanitari, spiega il presidente Angelo Minghetti.

Tra i punti portati sul tavolo della discussione dal Migep c'è stata la richiesta di una formazione mirata e finalizzata alla concreta applicazione dei nuovi modelli organizzativi, che si concretizzano nella formazione e nell'aggiornamento, per la valorizzazione delle competenze.

Migep: Stop ai diplomifici

Secondo la Federazione la formazione ad oggi è affidata quasi nella totalità dei casi ad enti privati che "vendono" corsi o, nel caso di enti invece non autorizzati, immettono falsi attestati non validi. Una truffa ai danni di chi spende in media 2000 euro per formarsi, sottolineando la necessità di istituire degli strumenti di controllo dei professionisti Oss formati che dovrebbe avere funzionalità importanti sia per il contrasto al fenomeno dei falsi attestati, sia di tutela dei corsisti, nonché di un controllo numerico effettivo del personale formato, fa sapere il presidente.

Per il Migep il programma di legge 198 avanzata dalla regione propone soltanto un elenco anagrafico; per questo Minghetti ha ribadito l'urgenza di centrare il problema su formazione, funzioni, ruolo e fabbisogno; chiede inoltre di rivedere i parametri sull’accreditamento, sul rapporto numerico standard fra oss/paziente, con l’adeguato ragguaglio del fabbisogno come previsto dal Ministero della Salute Lorenzin, per adempiere a quanto previsto della legge di stabilità del 28 dicembre 2015, n. 208.

Commento (0)