Nurse24.it

Ricerca

Iss, tre infermieri entrano nello staff per fare ricerca

di Leila Ben Salah

Tre infermieri all’Istituto superiore di Sanità per fare ricerca. Si tratta di tre comandi e la notizia è stata accolta con entusiasmo dalla Fnopi.

Fnopi: La ricerca infermieristica è fondamentale per i sistemi sanitari

È la prima volta che tre infermieri entrano a far parte dei ruoli della ricerca all’Istituto superiore di Sanità. Da ieri, infatti, sono stati completati i comandi di Fabio D’Agostino, proveniente dall’azienda ospedaliera S. Giovanni Addolorata di Roma, Daniela D’Angelo, dall’Asl Roma 6 e Laura Iacorossi, dell’Istituto nazionale tumori Regina Elena Irccs – Ifo di Roma. Hanno autorizzato i tre comandi i direttori generali delle strutture di provenienza, rispettivamente Ilde Corio, Narciso Mostarda e Francesco Ripa di Meana.

Il loro ruolo – spiega Primiano Iannone, responsabile del Centro nazionale per l’eccellenza clinica, la qualità e la sicurezza delle cure dell’Istituto superiore di Sanità - sarà quello, per la professione infermieristica, di verificare e validare sotto questo aspetto gli standard di efficacia, efficienza, qualità e appropriatezza attraverso la ricerca e l’analisi delle evidenze disponibili. Buone pratiche e linee guida infermieristiche quindi, come la legge 24/2017 sulla responsabilità professionale dà mandato all'Istituto superiore di Sanità.

"È fondamentale, data la rilevanza che la nostra professione ha assunto nell’assistenza e nella verifica dell’appropriatezza delle cure lo sviluppo di programmi di formazione infermieristica, ricerca, servizi e sistemi guidati da bisogni di salute, prove e priorità strategiche per le persone.

Anche secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità adottare meccanismi e standard basati su prove per le migliori pratiche, che promuovono istruzione e ricerca infermieristica anche rispetto a una maggiore regolamentazione professionale efficace, sono requisiti indispensabili non solo per la professione, ma per i sistemi sanitari.

Tra i nostri principali obiettivi c’è sicuramente quello di rendere i percorsi di studio maggiormente aderenti ai bisogni di salute e per farlo è fondamentale investire nel nostro settore scientifico disciplinare, anche implementando la rete della ricerca infermieristica, per contribuire, attraverso lo sviluppo della scienza infermieristica, al sistema salute del paese."

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)