Nurse24.it
Iscriviti al webinar su Salute.LIVE

Ricerca

Nursing outcomes: nuove prospettive

di Redazione

Il termine outcome deriva dalla combinazione di due termini inglesi (“out” e “come”) e assume il significato di risultato. Negli ultimi anni la letteratura nazionale e internazionale in ambito sanitario si è molto occupata di tale argomento, al fine di valutare come gli outcome possano essere misurati e valutati. Nell’ambito della prospettiva infermieristica, la ricerca si sta sempre più interessando a valutare quali elementi considerare nell’ambito della valutazione degli outcome sensibili all’attività infermieristica. Studiare tali outcome concorre a dimostrare che il professionista ha agito con responsabilità.

Cosa sono i nurse sensitive outcomes

I nurse sensitive outcomes vengono definiti da Doran, una delle maggiori esponenti in letteratura, come esiti rilevanti per i quali vi sono evidenze che dimostrano la correlazione agli interventi infermieristici (Doran, 2013). A partire dagli anni Novanta la letteratura ha cercato di realizzare un sistema di classificazione che permettesse di valutare quali outcomes potessero essere considerati sensibili all’attività infermieristica.

Il sistema promosso da Doran nel 2013 consiste nel considerare 5 dimensioni:

  1. Stato funzionale
  2. Self Care
  3. Gestione dei sintomi
  4. Soddisfazione del paziente
  5. Job Satisfaction

In particolare, la soddisfazione del paziente dell’assistenza ricevuta è un indicatore di qualità fondamentale negli attuali contesti sanitari. Secondo Donabedian (1998) la soddisfazione del paziente può essere considerata un elemento integrante dello stato di salute e quindi una componente fondamentale di qualsiasi misurazione di qualità (Doran, 2013).

Nell’ambito dei fattori determinanti la soddisfazione del paziente la ricerca ha dimostrato come il numero di personale infermieristico associato alla percezione che gli infermieri hanno rispetto alla qualità del proprio ambiente di lavoro e il modello organizzativo di riferimento, sono in grado di influenzare la soddisfazione del paziente (Doran, 2013, p. 255).

Appare notevolmente interessante un recente studio pubblicato dalla Federazione Nazionale Ordine Professioni Infermieristiche (FNOPI) nel quale viene dimostrato come vengono percepiti dai pazienti livelli elevati di Caring quando coesistono più alti livelli di soddisfazione degli operatori e nelle unità operative a gestione infermieristica piuttosto che le degenze ordinarie.

Si tratta di uno studio pilota condotto all’interno di unità operativa a gestione infermieristica. In particolare, i pazienti arruolati hanno compilato una scheda di valutazione del caring percepita in due momenti: uno alla dimissione dalla prima unità operativa e dopo 7 giorni di degenza presso l’unità operativa a gestione infermieristica.

Parallelamente a tale compilazione, gli infermieri che avevano assistito questi pazienti, dovevano compilare, negli stessi tempi, una scheda di valutazione del loro grado di soddisfazione, di engagement, di commitment. Sono state utilizzati i seguenti strumenti di analisi:

  • Nurse Caring Behaviour Scle (NCBS) - costituita da 15 item che analizzano la pratica infermieristica esperta, la sensibilità interpersonale e le relazioni intime. La valutazione avviene tramite una scala Likert da 1 a 4
  • Gli indicatori positivi del questionario Infermieristico Salute Organizzativo di Alessandro Sili, al fine di analizzare la soddisfazione del personale infermieristico, costituita da 18 item con attribuzione di valori da 1 a 4
  • La Affective Commitement Scale, costituita da 8 item con un punteggio attribuibile da 0 a 7
  • Utrech Work Engagement Scale, utilizzata per la misurazione dell’engagement costituita da 15 item con valori attribuibili da 0 a 6
  • La Nursing Counterproductive Work Behaviour Scale per la valutazione dei comportamenti controproducenti degli infermieri, costituita da 15 item con valori attribuibili da 1 a 5
  • L’Organizational Citizenship Behaviour, costituita da 5 item al fine di valutare i comportamenti di altruismo, coscienziosità e virtù civica degli infermieri con valori attribuibili da 1 a 5 (Zaghini, et al., 2020)

*Articolo a cura di Monica Petralito - Infermiera

iscriviti al webinar gratuito >

Commento (0)