Nurse24.it
iscriviti al webinar gratuito >

salute mentale

Le sfide della SISISM dopo il primo rinnovo del direttivo

di Redazione

La Società Scientifica di Infermieristica di Salute Mentale (SISISM), come da statuto, ha rinnovato il proprio consiglio direttivo. Il presidente uscente Andrea Gargiulo - premiato lo scorso 17 ottobre con una targa encomio dal presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Bologna, Pietro Giurdanella - passa il testimone a Cesare Giovanni Moro. Ridefinizione degli standard e degli skill practice professionali per un nuovo paradigma di Infermiere in Salute Mentale tra gli obiettivi del nuovo direttivo SISISM per il triennio 2020/2023.

Società scientifica infermieri salute mentale, obiettivi triennio 2020/2023

Il nuovo CD della SISISM guiderà la società scientifica infermieri di salute mentale nel triennio 2020/2023

Nata dal bisogno concreto di colmare il vuoto dato dalla carenza di letteratura infermieristica evidence based in materia, la Società Scientifica di Infermieristica di Salute Mentale (Sisism) - fondata a Bologna nel 2017 - ha appena rinnovato il proprio direttivo, dopo i primi tre anni di attività, trascorsi non senza difficoltà ed errori - ha dichiarato il presidente uscente Andrea Gargiulo - le esigue risorse economiche e una sempre più disaffezione dei professionisti della salute ad associarsi, in primis hanno ostacolato l’inizio di attività che sono il “core” di una Società Scientifica.

Tuttavia, il cammino è ancora lungo ma tanto è stato fatto come testualmente ha affermato il Presidente uscente e non ci resta che apprendere dall’esperienza, farne tesoro per trarne vantaggio.

Punti di forza di questi primi tre anni di attività sono stati la costruzione di rapporti di collaborazione con Società Scientifiche, con Enti di Formazione e Ricerca come il CESPI (una ricerca conclusa in procinto di essere pubblicata) e con l’Università (in particolare la Cattolica con la creazione di un Master: "Infermieristica in salute mentale e dipendenze: prevenzione, trattamento e management", primo master con ore di docenza a prevalenza infermieristica e con taglio umanistico).

Ma l’impegno maggiore di SISISM è stato ed è dare consistenza alla rete regionale per una capillare presenza nei luoghi in cui è agita la professione infermieristica in psichiatria, un’area specialistica, delicata e complessa in cui, in modo più pregnante, l’Infermiere si muove tra le sue due funzioni fulcro: quella sanitaria e quella sociale all’interno di un contesto multiprofessionale e comunitario.

In virtù di questo SISISM è proiettata verso un futuro di crescita - scrive il nuovo Direttivo in una nota - ed è pronta per un secondo mandato triennale con obiettivi ambiziosi, ma in cui è necessario credere e ancor più necessario perseguire. Tra gli obiettivi: ridefinizione degli standard e degli skill practice professionali per un nuovo paradigma di Infermiere in Salute Mentale, attuazione e incentivazione della formazione continua basata sull’EBN e sulle richieste e istanze di aggiornamento all’interno di un progetto orientato a diffondere le best practice, sensibilizzazione e sviluppo della ricerca con produzione e la diffusione dei suoi risultati e motivazione e sostegno agli infermieri più giovani.

Commento (0)