Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Patologia

Couperose

di Sara Pieri

La couperose è una patologia infiammatoria dermatologica benigna a carico della cute del viso che si presenta come un arrossamento, spesso pruriginoso. L’eziologia di tale patologia è ancora oggi dubbia: vi può essere una predisposizione familiare e si può verificare un aggravamento del problema attraverso l’esposizione eccessiva al sole, stress, importanti escursioni termiche, alimentazione scorretta. Anche l'assunzione di contraccettivi orali o dall'avvicinarsi del periodo che precede la menopausa può accentuare il disturbo.

Segni e sintomi di couperose

La couperose può essere considerata come il risultato di infiammazioni cutanee ripetute che possono aggravarsi sino a sfociare in rosacea (spesso infatti si parla di couperose-rosacea), la quale poi si manifesta in quattro fasi:

  1. Pre-rosacea (che è appunto couperose): presenza di flushing (arrossamento), spesso riferito da chi ne è colpito come imbarazzante, accompagnato da prurito (sintomi che persistono in tutte le fasi successive)
  2. Fase vascolare: sviluppo di eritema associato ad edema e teleangiectasie (piccoli vasi che si dilatano e diventano visibili sulla cute)
  3. Fase infiammatoria: caratterizzata da comparsa di pustole e papule che appaiono tipo acne adulta
  4. Ultima fase: iperplasia tissutale di guance e naso (rinofima), esteticamente invalidante

Le fasi sopraelencate sono spesso consequenziali, in certi casi i pazienti partono da una fase infiammatoria by-passando le due precedenti.

Diagnosi e trattamento della couperose

Per poter fare diagnosi di couperose è essenziale un attento esame obiettivo del paziente, valutando segni e sintomi manifestati. Non ci sono esami diagnostici specifici per couperose, ma risulta essenziale riconoscerla per poter fare diagnosi differenziale con altri disturbi dermatologici che hanno una similare sintomatologia, come ad esempio: Lupus, acne vulgaris, sarcoidosi, dermatite, eruzione cutanea da farmaci.

Il trattamento della couperose ha lo scopo di controllare la sintomatologia che si presenta, non a guarire. Esso prevede in primis la rimozione dei fattori di rischio che possono scatenala:

  1. Evitare cibi piccanti, caffeina e cibi troppo caldi
  2. Utilizzare protezione per il viso in tutte le stagioni (caldo/freddo)
  3. Evitare cosmetici aggressivi sul volto
  4. Evitare sbalzi eccessivi di temperatura

Quando couperose si complica in rosacea, a seconda della fase in cui si trova, è necessario trattare i segni e sintomi manifesti:

  • Nella fase infiammatoria di rende necessaria l’assunzione di antibiotici, per via topica oppure orale (in caso di rosacea oculare ad esempio)
  • Eritema e rossore persistente possono essere trattati con agonisti alfa2-selettivi topici
  • Laser e elettrocauterizzazione per trattamento di telangiectasie
  • Trattamento del rinofima con dermoabrasione, ablazione laser e escissione tissutale con buoni risultati estetici
Infermiere
Articoli correlati

Commento (0)