Nurse24.it

Patologia

Artrite, cos’è e come si cura

di Sara Pieri

L’artrite è una patologia che colpisce le articolazioni creando dei processi infiammatori accompagnati da: rossori, gonfiori, irrigidimento, diminuzione o perdita della funzionalità. Sono la più ampia categoria delle malattie reumatiche e per questo spesso vengono interscambiati i due termini, anche se le malattie reumatiche possono colpire anche organi o tessuti e non solo le articolazioni. Le condizioni patologiche associate all’artrite creano ad oggi un grosso impatto sulla società considerando le inabilità lavorative e di svolgimento di quotidiane mansioni che creano sui pazienti affetti da artrite, che per lo più sono anziani.

Tipologie di artrite e relative caratteristiche

Le artriti si suddividono in molte tipologie, ciascuna con caratteristiche precipue.

Tipologia Descrizione Manifestazione
Osteoartrite Più frequente tra anziani e causa principale di disabilità fisica. Lesiona le cartilagini rimuovendo lo spazio fra due capi ossei mettendoli in contatto Si manifesta sulle articolazioni su cui si scarica il peso del corpo come ginocchia, fianchi, piedi, fondoschiena; inoltre anche mani e collo
Artrite reumatoide  Malattia autoimmune in grado di determinare un'alterazione funzionale o anatomica del distretto colpito. Più frequente nel sesso femminile Interessa articolazioni, tessuti epidermici, polmonari, oculari e i vasi sanguigni. Solitamente si manifesta in modo simmetrico nei vari organi
Artrite reumatoide giovanile Frequente nei bambini Interessa articolazioni e organi, spesso associata a episodi di febbre
Gotta Malattia causata da un accumulo di acido urico nei tessuti connettivi che si trovano nelle articolazioni. Più frequente nel sesso maschile fra i 40 e i 50 anni, nel sesso femminile si può manifestare solitamente nel periodo della menopausa Si manifesta con ingrossamento e infiammazione delle articolazioni associato ad improvviso e forte dolore
Spondilite anchilosante Malattia infiammatoria cronica e degenerativa di origine autoimmune Si manifesta causando la fusione degli elementi articolari della colonna vertebrale pregiudicando il buon funzionamento di tendini e legamenti in più parti del corpo
Spondilosi cervicale Malattia infiammatoria cronica e degenerativa di origine autoimmune Si manifesta causando la fusione degli elementi articolari del rachide cervicale
Lupus sistemico eritematoso Malattia infiammatoria cronica di origine autoimmune in grado di determinare un'alterazione funzionale o anatomica del distretto colpito Si manifesta a livello di articolazioni, cute, reni, cuore, polmoni, vasi sanguigni e cervello

Altre patologie correlate

  • Fibromialgia, che colpisce muscoli e tessuti fibrosi
  • Sclerodermia, che colpisce principalmente la cute
  • Artrite infettiva, causata da agenti virali o batterici
  • Polimiositi a carico dei muscoli
  • Artriti psoriasiche, che si manifestano su pazienti già affetti da psoriasi
  • Borsiti, a carico delle borse sinoviali che in condizioni normali evitano il frizionamento fra le ossa
  • Tendiniti, che comportano infiammazione dei tendini

Sintomi di artrite

La sintomatologia è varia a seconda del distretto corporeo interessato, ma in generale i pazienti affetti da un qualunque tipo di artrite accusano:

  • Dolori articolari più o meno intensi
  • Stanchezza
  • Spossatezza
  • Perdita della funzionalità e capacità motoria a diversi livelli

La ridotta mobilità causa anche problematiche patologiche, come: ipertensione, obesità, diabete, malattie cardiovascolari.

Dal punto di vista psicologico e sociale comporta: stress, rabbia, difficoltà nel lavoro, difficoltà nei rapporti sociali.

Artriti: cause e prevenzione

Le artriti sono malattie complesse causate da molteplici fattori di rischio, da quelli genetici allo stile di vita, all’ambiente.

La prevenzione è volta verso un monitoraggio della storia medica e familiare di un individuo per poter fare una diagnosi precoce e a mettere in atto comportamenti che possono ritardare la comparsa e ridurre la gravità della malattia.

Ad esempio una dieta e un regime di attività fisica adeguati possono efficacemente ridurre lo sviluppo e l’impatto della malattia, specialmente per quelle forme che si manifestano in età avanzata.

Come si tratta l’artrite

Escluse le artriti di origine infettiva, le altre sono condizioni che ad oggi non hanno risoluzione definitiva. I trattamenti sono volti al miglioramento della sintomatologia dolorosa e di disabilità funzionale come attività fisica mirata, rispetto del riposo necessario, dieta equilibrata.

In base al tipo di artrite bisogna trattarne la peculiarità. Si può stimolare l’utilizzo di ausili per movimentarsi o diminuire il dolore, per aumentare la fiducia nell’autonomia del paziente che diversamente li porterebbe a sedentarietà e sfiducia, le quale peggiorerebbero la condizione.

Terapia del freddo e terapia del caldo possono ridurre i dolori e le infiammazioni; il freddo per ridurre la sensibilità dei nervi, il caldo per aumentare il flusso sanguigno e aumentare la tollerabilità al dolore.

Infermiere
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)