Nurse24.it

Operatore Socio Sanitario

Applicazione di un impacco caldo umido

di Paola Botte

    Precedente Successivo

L'impacco caldo umido ha come obiettivo quello di favorire la vasodilatazione e la circolazione periferica. L’effetto dell'impacco caldo umido è di provocare un'immediata vasodilatazione della zona interessata e, quindi, implica un afflusso di sangue prolungato che ossigena i tessuti. Per questo motivo sono spesso utilizzati nei processi tromboflebitici agli arti, per favorire il riassorbimento di ematomi o con azione antidolorifica. Su indicazione infermieristica anche l'Oss può effettuarne l'applicazione.

A cosa servono gli impacchi

Gli impacchi sono particolari trattamenti che consistono nell'applicazione sulla pelle di bende, garze o panni di cotone imbevuti di acqua e a volte anche di altre sostanze. Le compresse - altro nome degli impacchi - vengono usate fin dall'antichità per scopi terapeutici o anche per finalità più estetiche.

Per quanto riguarda gli impacchi della prima categoria, cioè quelli terapeutici, ne distinguiamo due tipi:

  1. medicamentosi, usando acqua o argilla insieme a piante medicinali o farmaci in forma liquida e adeguatamente diluiti
  2. neutri, cioè usando semplicemente acqua calda o fredda.

Ritorna al sommario del dossier Tecniche Assistenza OSS

Commento (0)