Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Patologia

Mal di gola

di Chiara Vannini

Il mal di gola è una patologia del cavo orale caratterizzata dall’infiammazione di uno o più tessuti, che si manifesta con dolore, associato o meno a difficoltà a deglutire. Quando si parla di mal di gola è utile ricordare che questa sintomatologia può essere ricondotta a patologie diverse, che interessano strutture come faringe, laringe, trachea e tonsille e per questo motivo può risultare a volte difficile fare diagnosi. Di norma il mal di gola è un disturbo acuto e transitorio; tuttavia, a seconda della causa scatenante e della patologia associata, può durare anche mesi e diventare quindi cronico. È frequentemente associato a disturbi influenzali o a sindromi da raffreddamento, ma può essere correlato anche a patologie più serie.

Tipologie di mal di gola

Il mal di gola è spesso associato a sindromi influenzali o da raffreddamento

Le cause del mal di gola possono essere diverse e possono essere coinvolte una o più strutture del collo. Benché la persona riferisca genericamente un dolore alla gola, questo può assumere una denominazione diversa a seconda della localizzazione.

In particolare si parla di:

  • Laringite, quando si ha un interessamento della laringe. È un’infiammazione che coinvolge le corde vocali e che causa frequentemente un’alterazione della voce, raucedine, fino a perdita della voce
  • Faringite, quando si ha un interessamento della faringe. Si presenta frequentemente con secchezza e prurito, difficoltà a deglutire, arrossamento locale
  • Tracheite, è un’infiammazione della trachea. Può manifestarsi con tosse associata, febbre, difficoltà respiratoria

Cause del mal di gola

Il mal di gola è spesso associato a sindromi influenzali o da raffreddamento, in particolare:

Nel caso fosse presente una delle patologie sopraelencate, è innanzitutto fondamentale comprendere se si tratta di un’infezione virale o batterica. Comprendere di che tipo di infezione si tratti è fondamentale per decidere l’approccio terapeutico più adeguato.

In caso di infezioni virali è infatti di norma controindicato l’utilizzo di antibiotici ed è raccomandato solamente l’utilizzo di antinfiammatori e analgesici. In caso di infezioni batteriche è invece spesso raccomandata l’assunzione di antibiotici.

Il mal di gola è spesso associato a diverse malattie esantematiche, come:

Può essere presente anche in patologie molto frequenti, come:

Tuttavia, può essere associato anche a patologie gravi, come:

  • AIDS
  • Sifilide
  • Tumore della gola, della lingua, della laringe

Fattori di rischio

Ci sono alcuni fattori di rischio che predispongono la persona a sviluppare il mal di gola. I più frequenti sono:

  • Età: i bambini hanno fisiologicamente più probabilità di sviluppare mal di gola
  • Fumo: il fumo è un irritante per la gola
  • Allergie
  • Esposizione a sostanze irritanti come smog o altre sostanze

Segni e sintomi di mal di gola

Il mal di gola può presentarsi esclusivamente con una sintomatologia dolorosa locale, che si accentua alla deglutizione o alla palpazione del collo. Tuttavia, nei casi più gravi possono insorgere segni e sintomi che richiedono una terapia immediata e specifica.

Fra i sintomi più gravi ci sono:

  • Difficoltà a respirare
  • Rumori inspiratori o espiratori
  • Scialorrea

Quando insorgono anche questi sintomi, diventa fondamentale rivolgersi tempestivamente ad un medico, perché la situazione potrebbe evolvere e peggiorare ulteriormente.

Diagnosi

Per fare diagnosi, il primo approccio prevede sempre l’esame obiettivo da parte del medico. Con l’osservazione, facendo semplicemente aprire la bocca alla persona, e con la palpazione, è possibile riscontrare:

  • Arrossamento
  • Ascessi
  • Gonfiore
  • Macchie bianche
  • Rigonfiamento dei linfonodi del collo

Nel caso in cui la sintomatologia dolorosa e l’esame obiettivo siano positive - e a questi si associno anche segni di flogosi come iperpiressia - il medico può prescrivere un esame colturale per diagnosticare o escludere un’infezione batterica. Nei bambini viene frequentemente effettuato un tampone rapido alla ricerca dello streptococco, mentre negli adulti vengono effettuati tamponi faringei.

Una volta esclusa un’infezione batterica o virale, si procede con indagini diagnostiche più invasive, come ad esempio:

  • Laringoscopia diretta, esame in cui attraverso l’utilizzo di un laringoscopio, si vanno ad osservare dall’interno e in profondità le strutture e i tessuti
  • Esami ematici, alla ricerca in primo luogo, di alterazione degli indici di flogosi
  • TAC, RM o ecografia del collo

Terapia per il mal di gola

Le cause del mal di gola sono numerose e, a seconda della causa scatenante, si utilizza una diversa terapia. Come rimedi “naturali” sono consigliati:

  • Assunzione di liquidi freddi e cibi freschi e morbidi
  • Gargarismi con colluttorio
  • Assunzione di emollienti, come caramelle

In altri casi diventa necessario ricorrere all’utilizzo di farmaci, in particolare:

  • Farmaci antinfiammatori e analgesici per alleviare la sintomatologia dolorosa, come paracetamolo o ibuprofene (l’utilizzo di questi farmaci è indicato anche in caso di infezioni virali)
  • Antibiotici, soprattutto se si ha un esame colturale positivo, in caso di infezione batterica (l’antibiotico deve essere prescritto da un medico)
  • Antiacidi, nel caso in cui il mal di gola sia associato a reflusso gastroesofageo

È fondamentale ricordare che la maggior parte delle sintomatologie dolorose si risolvono spontaneamente e nell’arco di pochi giorni e per questo motivo non sono raccomandate terapie specifiche come antibiotici.

Se la causa non è riconducibile ad infiammazione o infezioni, la terapia deve essere specifica e mirata per la patologia riscontrata.

NurseReporter

Commento (0)