Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Patologia

Epicondilite

di Sara Pieri

L’epicondilo è un distretto corporeo facente parte dell’articolazione del gomito, l’infiammazione a carico dei tendini che collegano i muscoli dell’avambraccio alla parte esterna del gomito viene chiamata epicondilite, o gergalmente conosciuta come “gomito del tennista”. La causa va ricercata nell’utilizzo scorretto dell’articolazione quando viene messa sotto sforzo, ma può anche essere sintomo secondario di una patologia a carico del rachide cervicale (livello c5c6c7) quando oltre al dolore al gomito è presente cervicalgia per il quale può essere necessario uno studio più approfondito.

Sintomi di epicondilite

Il sintomo principale è il dolore, specie alla palpazione diretta dove si apprezzano cordoni mialgici del muscolo, dolore che può estendersi fino a tutto l’avambraccio, esacerbato al movimento del polso, debolezza dell’avambraccio, dolore nel fare presa su oggetti. I soggetti a rischio sono coloro che utilizzano in modo intenso la mano sforzando eccessivamente il polso in sport come:

  • tennis
  • sollevamento pesi
  • scherma
  • ciclismo
  • lavori come manovale
  • cameriere
  • parrucchiere
  • altro

Diagnosi e trattamento di epicondilite

La diagnosi di epicondilite viene fatta tramite esame obiettivo e valutazione dei sintomi.

Il trattamento è volto alla risoluzione del dolore, che coincide con la risoluzione dell’infiammazione:

  • assunzione di FANS
  • trattamento fisioterapico
  • eliminazione (temporanea, fino a risoluzione) della causa scatenante
  • crioterapia
  • tecarterapia
  • posizionamento di un tutore che può essere utilizzato, una volta guariti, anche durante l’attività sportiva o lavorativa a scopo preventivo

Come citato nella parte iniziale, può esserci una concomitanza di cervicalgia, il che può far presupporre una patologia a carico del rachide cervicale, il quale in caso va studiato con opportuna diagnostica per immagini e eventualmente trattato in base a quanto emerso. Il trattamento definitivo, in casi di cronicità importante, è l’asportazione chirurgica del tendine degenerato.

Infermiere
Articoli correlati

Commento (0)