Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

malattie infettive

Poliomielite

di Monica Vaccaretti

Infiammazione del midollo spinale grigio. È il significato di poliomielite, una grave infezione acuta altamente contagiosa e trasmissibile per contatto diretto. Si tratta di una malattia infettiva causata da un poliovirus della famiglia degli enterovirus.

Che cos’è la poliomielite

Nota anche come “polio” o “paralisi infantile”, è una patologia a carico del sistema nervoso centrale che colpisce prevalentemente i neuroni motori del midollo spinale. Fu descritta per la prima volta nel 1789 dal medico inglese Michael Underwood, quando fu registrata la prima epidemia in Europa.

L'ultimo caso segnalato negli Stati Uniti, dove la poliomielite ha raggiunto la maggior diffusione, è stato nel 1989, due secoli dopo. In Italia l'ultimo caso notificato risale al 1982. È stata una delle malattie infettive infantili più temute del XX secolo, quando epidemie di poliomielite hanno paralizzato migliaia di bambini. I casi globali di polio si sono drasticamente ridotti grazie al vaccino, scoperto nel 1950.

La poliomielite è grave ed insidiosa perché ha la capacità di invadere il SNC nel giro di poche ore e, distruggendo le cellule neurali colpite, di causare una paralisi che può diventare totale e permanente nei casi più gravi.

Infermiere

Commento (0)